OMEGA CROM – Blood Steel Fire

 
Gruppo: Omega Crom
Titolo:  Blood Steel Fire
Anno: 2009
Provenienza:  Canada
Etichetta: Reversed Records
Contatti:

Sito web  Facebook  Twitter  Youtube  Bandcamp  Reverbnation

 
TRACKLIST

  1. Warpath
  2. Battlefield
  3. Calling Of The Dead
  4. The Passing Of Azazel
  5. The Prisoner (The Drawing)
  6. Playing God
  7. The Parliament Of Stone
  8. F.F.O.H.T.L.
  9. Metal Revolution
DURATA: 44:00
 

Band attiva sin dai primi anni del post- 2000, ma che vede dar luce all'album di debutto "Blood Steel & Fire" solo sulla lunga distanza, è infatti il 2009 l'anno in cui viene pubblicato. I canadesi Omega Crom (nome che rimanda inequivocabilmente al Conan Il Barbaro di Robert Ervin Howard) si cimentano con thrash influenzato power che per certi versi li accomuna a un'altra realtà odierna e moderna: i 3 Inches Of Blood.

Qui la spinta è meno epica e più incentrata su di un riffing di matrice ottantiana, trovando spesso buone risultanti anche in fase solistica nella quale sia il cantante e chitarrista Johnny K, sia Wayne Holden, altra ascia della formazione, esprimono discreta tecnica e gusto.

Bypassando la breve intro "Warpath" intrisa di rumori battaglieri, è con episodi come la successiva "Battlefield", "The Passing Of Azazel" e "The Prisoner (The Drawning)" che la band regala i momenti migliori attingendo a piene mani da varie influenze e band, tutte alquanto riconoscibili e di cui si fanno sani portatori.

Certo tutto rose e fiori non è, qualche passaggio a vuoto nella poco coesa "The Parliament Of Stone", dotata di una serie di riff-killer, tuttavia che hanno poco collante l'uno con l'altro, "Metal Revolution" estramente stirata, due o tre minuti in meno probabilmente l'avrebbero resa più efficace, e qualche lieve difetto nella produzione che vede il basso poco attivo e presente in alcuni brani sono da eliminare in un prossimo futuro. Un altro punto sul quale dibattere potrebbe riguardare la timbrica di Johnny che, per quanto riguarda i range medio-altri se la cava davvero bene, ma quando si spinge in falsetto di primo acchitto potrebbe risultare non proprio semplice digerire, aspetto che forse una serie d'ascolti dovrebbe allegerire e assimilare o far pendere per il semplice: non mi piace.

Gli Omega Crom dimostrano delle potenzialità evidenti, se siete pronti a calcare il campo di battaglia insieme a loro inserite "Blood, Steel & Fire" e fate venir fuori il guerriero che in voi risiede.

Facebook Comments