OUTCAST – Awaken The Reason

 
Gruppo: Outcast
Titolo:  Awaken The Reason
Anno: 2012
Provenienza:  Francia
Etichetta: Listenable Records
Contatti:

Sito web  Facebook  Twitter  Youtube

 
TRACKLIST

  1. Elements
  2. Abysmal
  3. A Solace From The Shade
  4. Awaken The Reason – Part IV: When Dawn Brings Clarity
  5. Spin Angular Momenta
  6. Unspoken
  7. Isolation
  8. Fallen Years
  9. What Would Be My Final Commitment?
  10. Man's Last Failure
  11. Awaken the Reason – Part XI: Reprise
DURATA: 59:10
 

I transalpini Outcast ai più attenti fruitori di musica math o djent non saranno di sicuro sconosciuti, la formazione si è evoluta negli anni portandosi alla ribalta con il buon "Self-Injected Reality" nel 2008. Lavorare in maniera positiva ha fatto sì che entrassero a far parte della famiglia Listenable e che l'etichetta in questo 2012 desse vita al nuovo "Awaken The Reason".

Il loro panorama è uno di quelli nei quali è difficile districarsi e soprattutto essere personali. È impossibile a esempio non udire chiaramente rimandi a realtà più note come i Meshuggah e i Textures nell'approccio cervellotico fatto di palm-muting a non finire, groove, batteria che alimenta le ritmiche con costanti e importanti cambi di tempo e uno spezzare le melodie pronto a creare una bella e intrigante emicrania all'ascoltatore.

Formalmente la prestazione non ha nulla da farsi rimproverare, i canoni ormai consolidati del genere vengono rispettati, la mistura di thrash, death, hardcore e progressione raggiunge dei momenti significativi soprattutto quando gli Outcast riescono a modulare violenza e armonia, elementi che se gestiti oculatamente apportano una fruibilità notevole a brani quali "What Would Be My Final Commitment?" e "Awaken The Reason – Part IX: Reprise".

È comunque elegante la rappresentazione di caos che vien fuori da un pezzo come "Spin Angular Momenta" e se alle volte non la tirassero un po' per le lunghe, si veda "Isolation", ottima in quanto ad atmosfere, ma un po' troppo diluita nella durata, probabilmente "Awaken The Reason" avrebbe guadagnato ancora punti, tenendo pure in conto che la prestazione di Wilfried Fagnon al microfono è ciò che ci si attende da un cantante dello stile. Il cantante sa essere duttilmente ruvido, sa spingere affondando in growl e alternare il più classico stampo hardcore con fasi scream.

Gli Outcast sono maturi così come lo è il loro suono, certo ci sono un po' d'accademia e un'anima che si potrebbe plasmare in maniera più netta e personale, c'è comunque tempo per far sì che ciò avvenga, attendendo che al traguardo del terzo disco la loro conferma sia definitiva.

"Awaken The Reason" è un buon lavoro, sarà opera gradita dagli ascoltatori del panorama sonoro prima descritto e chiunque si senta affine a quel mondo dovrebbe dargli una possibilità, ci sono tutte le premesse per far sì che ne scatti l'acquisto.

 

Facebook Comments