OUTRIGHT RESISTANCE – Me Vs. I | Aristocrazia Webzine

OUTRIGHT RESISTANCE – Me Vs. I

 
Gruppo: Outright Resistance
Titolo: Me Vs. I
Anno: 2016
Provenienza: Regno Unito
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Facebook  Soundcloud  Youtube  Myspace

 
TRACKLIST

  1. Me Vs. I
  2. Maimed In Chelsea
  3. Prove Them Wrong
  4. Pain
  5. Gee, Dysphoria
  6. Destiny Is All
  7. Take The Blame
DURATA: 31:53
 

Sembra proprio che ultimamente il thrash metal stia vivendo un qualche tipo di resurrezione in tutte le sue varie incarnazioni, come abbiamo visto con Beholder, Obliterated e Inferior, per fare qualche nome. Gli Outright Resistance dallo Hertfordshire (Regno Unito) sono un'altra onda in questa nuova e arrabbiata ondata di thrash metal che sembra stia ricoprendo il mondo negli ultimi anni.

Ciò detto, in questo caso siamo però abbastanza lontani dai Beholder e il loro approccio più prog-metal, e molto più vicini alla distruzione e alla violenza rappresentate da band come Pantera e Lamb Of God, ma iniziamo dalla copertina di "Me Vs. I". L'illustrazione è thrash metal fino all'osso, con un occhio che emerge dall'oscurità a indicare un conflitto tra il narratore e un sé esterno interpretato anche nella traccia d'apertura (anche se a dire il vero non è stata propriamente la miglior introduzione che ricordi). Le successive sei canzoni che compongono questo EP sono esattamente quello che vi aspettereste da un lavoro che parte con queste premesse, nonché perfettamente anticipate dalla opener vera e propria "Maimed In Chelsea" in tutta la sua potenza grezza e groovy. Proseguendo con "Prove Them Wrong", possiamo notare un altro buon esempio dell'approccio «io (noi) contro il mondo» tipico di questo ramo del metal, presente anche nel resto del disco. Questo conflitto è principalmente da intendere come una valorizzazione di sé stessi contro la stupidità e l'intolleranza della massa, pensiero particolarmente evidente in "Gee, Dysphoria" (probabilmente il pezzo più sentito e riuscito del lotto).

Tutte le canzoni sono attacchi frontali che possono funzionare benissimo come colonne sonore di un mosh pit, pur senza mettere nulla di particolarmente innovativo sul tavolo. Gli Outright Resistance fanno più o meno quello che suggerisce il loro nome, con un approccio al metal un po' nostalgico e che non fa prigionieri, apparentemente immune a ogni impeto di cambiamento. La canzone finale "Take The Blame" è tuttavia un'inattesa e lunga ondata di devastazione che porta via tutto ciò che ha resistito agli attacchi precedenti. "Me Vs. I" può essere un ottimo ascolto estivo per chi cerca qualcosa su queste righe e, lungo circa trenta minuti, può anche essere la perfetta colonna sonora per i pendolari che cercano qualcosa con cui incanalare la rabbia davanti alle folle gigantesche (e stupide).