OVERDOSE – 1991

 
Gruppo: Overdose
Titolo: 1991
Anno: 2016
Provenienza: Italia
Etichetta: Vrec Records
Contatti:

Sito web  Facebook  Twitter  Google Plus  Youtube

 
TRACKLIST

  1. This Is My Shift
  2. Alan's Trip
  3. Riding To The Groove
  4. Brimful Of Asha [cover Cornershop]
  5. Death's Eve
  6. Sad Sabbath
  7. I Don't Remember Your Name
  8. Whore's War
  9. The Endless Sleep
DURATA: 38:55
 

Gli Overdose sono un tiro veneto composto da Matteo Nizzetto (voce e chitarra), Roberto Bonafini (basso) e Davide Moro (batteria), giunto al debutto con l'uscita di questo "1991". La loro proposta si muove all'interno di un territorio grunge-alternative discretamente ricco di influenze, la principale delle quali pare essere i Nirvana. La figura di Cobain viene difatti omaggiata già in copertina, che dalle informazioni in mio possesso sembra sia stata ricavata richiamando una locandina del periodo d'oro di Seattle, mentre la band è inequivocabilmente chiamata in causa sia dal titolo del disco — che non può non far pensare all'anno di pubblicazione dello storico "Nevermind" — sia dalla traccia posta in apertura "This Is My Shift", marchiata a ferro e fuoco da quel modo di suonare e interpretare la musica.

Impossibile negare che il disco in questione abbia un'attitudine novantiana spiccatissima e profondamente legata a quel mondo. Le scelte stilistiche in ambito compositivo e le tematiche di tipo introspettivo e sociale utilizzate per testi ne sono un'ulteriore conferma. Capita però di imbattersi in situazioni che mutano in parte lo scenario, offrendo atmosfere da punk-rock californiano vagamente similari a quelle dei primissimi Offspring in "Riding The Groove", imbastardendosi con un tocco di Metallica (quelli più heavy e commercialmente appetibili dell'eponima uscita, anch'essa rilasciata non a caso nel 1991) in "I Don't Remember Your Name" e nella malinconica ballata "The Endless Sleep", lasciando infine uno spiraglio per fluire al lato più alternativo e leggero con la buona rivisitazione di "Brimful Of Asha" dei Cornershop, brano edito nel 1997 e che in Italia ebbe un discreto successo anche in ambito discotecaro, grazie al remix di Mr. Norman Cook a.k.a. Fatboy Slim.

"1991" è un lavoro tutt'altro che monotono, ma alquanto conosciuto all'udito: aspetto che non dovrebbe ledere più di tanto alla prova degli Overdose che — tralasciando il cantato in growl esageratamente forzato e in alcuni frangenti disturbante — possiede una più che discreta fruibilità e un paio pezzi dal buon piglio. Da ascoltare.

Facebook Comments