PACE OF HEARSE – Godzilla Strikes Back!

PACE OF HEARSE – Godzilla Strikes Back!

Informazioni
Gruppo: Pace Of Hearse
Anno: 2009
Etichetta: Autoprodotto
Contatti: www.myspace.com/paceofhearse
Autore: Mourning

Tracklist
1. Godzilla Strikes Back
2. Terminator
3. Thrash The Headz
4. Heavy Metal

DURATA: 15:09

PACE OF HEARSE - Godzilla Strikes Back! La nuova era thrash non si ferma mai e continua a sfornare act interessanti e che si cimentano in prove che hanno radice e matrice nell’era d’oro del genere: gli anni Ottanta.
I Pace Of Hearse vengono dalla Germania e non si tratta di sicuro una novità visto che il connubio fra suddetta nazione e lo stile è una cosa alquanto naturale.
Ispirati dallo speed di gente quali Exciter, Agent Steel e sarebbero da citare anche i loro compatrioti Iron Angel, arricchiti dalle sferragliate del primo periodo Destruction quanto dal periodo NWOBHM di gente come Satan e Tank, è inutile aggiungere che il sound è volutamente retrò e che di conseguenza le quattro tracce dell’ep “Godzilla Strikes Back!” non potranno inventare nulla ma esclusivamente dar vita a un deja vù gradevole e dedito all’headbanging birraiolo per tutti gli amanti del filone musicale.
Quindici minuti che viaggiano su canoni sì percorsi e in alcuni casi standard ma che fanno palesemente intendere che la formazione conosce e interpreta genuinamente ciò che ama suonare, la produzione non è di quelle stile confezione da supermercato mantenendo vivo quell’alone di sporco classico delle proposte che puntano a darle più che a offrire l’altra guancia.
Non mi soffermo nel descrivere le canzoni dato che chi segue il genere avrà già dalle band citate intuito cosa le proprie orecchie si troveranno ad affrontare, aggiungo solo che l’amore per la primordiale essenza dell’Heavy Metal ha fatto sì che l’episodio conclusivo sia un ringraziamento a ciò che amano.
“Godzilla Strikes Back” è per gli aficionados una release che vale la pena d’annoverare fra gli acquisti, i restanti potranno anche farne a meno ma un ascolto ai Pace Of Hearse consiglio comunque di darlo.

Facebook Comments