PARANORM – Pandemonium’s Rise

PARANORM – Pandemonium’s Rise

Informazioni
Gruppo: Paranorm
Titolo: Pandemonium’s Rise
Anno: 2011
Provenienza: Svezia
Etichetta: Autoprodotto
Contatti: myspace.com/paranormband
Autore: Mourning

Tracklist
1. Aggressive Inhibitions
2. Predators Of Peace
3. Shattered Future Tense
4. Strike Hard, Strike Fast
5. The Indoctrinated
6. Atmospheres

DURATA: 29:03

PARANORM - Pandemonium's Rise Nuova realtà thrash proveniente dalla Scandinavia, è recente l’uscita della prima produzione del quartetto di Uppsala, l’ep intitolato “Pandemonium’s Rise” ha preso forma nel mese di novembre anche se qualcuno magari avrà potuto saggiarne i brani nei player di piattaforme quali Myspace e Facebook.
La formazione suona in maniera decisamente diversa rispetto a quanto proposto odiernamente da molti loro colleghi, non sono né troppo arrembanti, preferendo un sound più vario arricchito con innesti di stampo progressivo e stacchi acustici, nè troppo melodici e sdolcinati col rischio di cadere nella trappola del catchy sound forzato. È una miscela che attinge sia dallo stile made in Usa di gente come Metallica, Megadeth e Dark Angel, sia da quello made in Europe di act come Kreator, Sodom, Artillery, Coroner (ma sono sicuro che di nomi ve ne verranno anche altri in mente) a cui si aggiungono soluzioni marcatamente heavy di stampo NWOBHM e una discreta propensione per le spinte di stampo speed che potrebbero fornire in futuro l’arma vincente al combo.
Nei ventinove minuti insiti in “Pandemonium’s Rise” i pezzi da tenere d’occhio sono sicuramente le due tracce più lunghe, “Shattered Future Tense” e “Atmospheres”, le più affinate e raffinate dal punto di vista compositivo e quella che potrebbe esserne considerata il contraltare, la rapida e risolutiva anche dal titolo “Strike Hard, Strike Fast”.
Dotato di una produzione pulita e di una prova dal punto di vista tecnico-esecutivo più che soddisfacente, della quale si potrebbero “criticare” al limite un paio di soluzioni solistiche non tanto per come impostate a livello di note e suono ma per le entrate e le durate non proprio calzanti, è un biglietto da visita interessante quello che i Paranorm presentano, se siete quindi amanti di quelle band che vanno dritto per dritto, una release simile potrebbe regalarvi delle sicure emozioni in attesa del “fratello maggiore” che mi auguro ne confermi la bontà qualitativa. Da seguire con attenzione, una promessa che potrebbe divenire una grande realtà futura? Chissà…

Facebook Comments