PATHOGEN – Miscreants Of Bloodlusting Aberrations

 
Gruppo: Pathogen
Titolo:  Miscreants Of Bloodlusting Aberrations
Anno: 2010
Provenienza:  Filippine
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Facebook

 
TRACKLIST

  1. Atrocity Exhibit
  2. Monolith
  3. Heretical Wisdom
  4. Abyss Of Perpetual Upheaval
  5. Leviathan
  6. Idological Strife
  7. Afterlife [cover Sacrifice]
  8. Uranium Messiah
DURATA: 37:09
 

I filippini Pathogen dopo il buon massacro sonoro creato tre anni fa con il debutto "Blasphemous Communion" tornano ora fuori con "Miscreants Of Bloodlusting Aberrations". Rispetto al primo album il lavoro svolto dal quartetto è adesso meno caotico pur rimanendo fermamente ancorato a una proposta tipica del death primordiale che rimanda a Morbid Angel, Massacre, Benediction, Autopsy e ai primissimi Cannibal Corpse.

Le otto tracce sono dei puri assalti all'arma bianca in vecchio stile, tanta violenza, zero fronzoli con riff che giocano sia sulla velocità e l'impatto, sia sul rallentamento macerante, l'esempio lampante è "Heretical Wisdom", la traccia sfrutta tali caratteristiche mostrando il lato più marcio e blasfemo del genere. La canzone d'apertura, "Atrocity Exhibit", potrebbe poi risiedere in uno dei tre dischi che hanno marchiato a fuoco l'epoca d'oro dei Cannibal con Chris Barnes dietro il microfono, ciò è dovuto all'attitudine malevola che sprigiona, merito soprattutto del growl di Willie Desamero particolarmente efficace nello sfoderare linee vocali semplici, ma di una cattiveria non da poco.

Il disco si conferma come una mazzata senza scrupoli e, per quanto i rimandi ai maestri al genere siano quasi dovuti, godersi episodi come "Abyss Of Perpetual Upheaval", "Ideological Strife" o "Uranium Messiah", ricche di riconoscenza sonora nei confronti di chi ha dato vita al death metal, sarà alquanto naturale e piacevole.

Nello spirito dei Pathogen è il passato che detta legge, è quindi normale che la cover scelta non possa che esser ripescata da uno dei lavori storici degli anni Ottanta: "Forward To Termination" dei Sacrifice, il brano estratto è "Afterlife" proposta con il giusto piglio, nulla di trascendentale alla fine, ma va bene anche così.

"Miscreants Of Bloodlusting Aberrations" è un album dedicato agli amanti del death metal, una di quelle prove che non ha la minima intenzione di portare una ventata innovativa, al contrario lotta per far riemergere quei fasti che ne hanno caratterizzato i primi irrequieti e istintivi anni del movimento. I Pathogen si possono ritenere soddisfatti, per gli sfegatati c'è un altra uscita da tenere in considerazione come acquisto per la loro collezione.

Facebook Comments