PATRICIA VONNE – Rattle My Cage

 
Gruppo: Patricia Vonne
Titolo: Rattle My Cage
Anno: 2013
Ristampa: 2016
Provenienza: U.S.A.
Etichetta: String Commander
Contatti:

Sito web  Facebook  Twitter

 
TRACKLIST

  1. Rattle My Cage
  2. Dark Mile
  3. Ravage Your Heart
  4. Que’ Maravilla
  5. This Cat’s In The Doghouse
  6. Bitter Need
  7. Dulce Refugio
  8. Paris Trance
  9. Tequileros
  10. Mexicali De Chispa
  11. Bitter Need [versione rock]
DURATA: 39:40
 

Il nome Patricia Vonne non dovrebbe essere del tutto sconosciuto: l’artista rock-blues statunitense, oltre a essere la sorella del celebre regista Robert Rodriguez, ha una carriera ben avviata e una discografia già ricca di uscite di lunga durata. I lavori sinora rilasciati sono sei in totale e in questo caso ci occupiamo della sua quinta pubblicazione, quel “Rattle My Cage” — album originariamente rilasciato nel 2013 attraverso la Bandolera Records, etichetta di proprietà della Vonne — ristampato oggi dall’europea String Commander, sotto-divisione della MiG Music GmbH.

La proposta è variopinta, altamente fruibile e non disdegna la scappatella in territorio radiofonico, con una miscela di atmosfere che passano dalla seduzione di “Ravage Your Heart” alla voglia di scatenarsi liberamente di “This Cat’s In The Doghouse”, dalla dolce e malinconica “Bitter Need” (presente anche in versione alternativa) ai toni lievemente più foschi del flamenco di “Dulce Refugio”, fino alle divagazioni western e surf in “Tequileros” e “Mexicali De Chispa” (episodio composto a quattro mani con il fratello Robert).

“Rattle My Cage” è un bel disco, a tratti naturalmente cinematografico: durante l’ascolto non sarebbe poi così strano immaginarne uno o più pezzi come parte integrante di una colonna sonora. Inoltre sono ben riuscite anche le tracce in cui l’animo latino è libero di farsi strada, come “Que’ Maravillia”. Nel complesso siamo dinanzi a una signora che sa farsi valere sempre e comunque, ascoltarla potrebbe far sì che divenga una compagnia musicale ben accetta, pertanto se non la conosceste, datele un’occasione. Piacevolissima.

Facebook Comments