PLANET ZEUS – Macho Libre

Informazioni
Gruppo: Planet Zeus
Titolo: Macho Libre
Anno: 2011
Provenienza: Grecia
Etichetta: B-Otherside Records
Contatti: myspace.com/planetofzeusgr
Autore: Mourning

Tracklist
1. Doteru
2. Dawn Of The Dead
3. Leftovers
4. Vanity Suit
5. Unicorn Without A Horn
6. Macho Libre
7. The Ballad Of Boston George
8. Apocalypse
9. The Game
10. Scream
11. Hazelnur(R.I.P)

DURATA: 46:10

PLANET ZEUS - Macho Libre Stoner ancora ancora e ancora, che droga ragazzi e la Grecia si rivela essere una spacciatrice prolifica e qualitativamente valida, quindi andiamo subito a parlare dei Planet Of Zeus.
La band ellenica al secondo album, “Macho Libre” che arriva diretto dopo il buon successo del disco d’esordio rilasciato tre anni fa e intitolato “Eleven The Hard Way”, è di quelle che ti mettono in corpo una carica godereccia da paura.
Le influenze di cui il sound è intriso passano per nomi quali Down, Corrosion Of Conformity, Kyuss, Orange Goblin, Alabama Thunderpussy, con reminiscenze dell’operato chitarrista di grandi quali Dimebag Darrell e Zakk Wylde, restringendo il campo in poche parole: groove southern con una gran dose di alcol.
Musicalmente sono pesanti, mai troppo fangosi, sempre pronti a piazzare quel riff più rockeggiante che ben si sposa con la natura metallica del platter, vedasi la struttura di “Leftovers”, a ingrigirsi emotivamente forzando tale fattore con una massiccia spinta malinconica ossessiva in “Unicorn Without A Horn” e “Hazelnur (R.I.P.)”, quest’ultima traccia più lunga, fiera e ronzante della tracklist.
Con l’additivo “spacey” che si dipana in “Dawn Of The Dead” e il southern sound palesato nell’approccio vocale di “Vanity Suit” che si aggiungono alla lista capirete che pur essendo solamente alcuni dei punti salienti di un platter che diverte e che si fa ascoltare con una facilità disarmante c’è di sicuro tanta buona carne al fuoco, certo in varie occasioni s’inciampa in dei deja vù palesi, non si può negare però che possegga una forte personalità.
Strumentalmente i Planet Of Zeus se la cavano alla grande, “Macho Libre” è ciò che un appassionato delle release “sabbiose” orientate verso la zona metal vuole avere nelle orecchie e la voce di Bibas ruvida e “aspra” quanto basta ben si sposa sulle tracce. Il piatto è cotto a puntino e servito, non vi resta in pratica che affondare le fauci e farne man bassa.
Fatevi un giro su Myspace, Facebook, Youtube o qualsiasi altra piattaforma dove si possa avere la possibilità di far girare un paio di loro brani, se amate il genere difficilmente non verrete conquistati dal sound dei Planet Of Zeus, una volta sedotti l’acquisto è quasi una conseguenza naturale.

Facebook Comments