REMAIN IN SILENCE – …And The Soul Goes On

REMAIN IN SILENCE – …And The Soul Goes On

 
Gruppo: Remain In Silence
Titolo: …And The Soul Goes On
Anno: 2016
Provenienza: Germania
Etichetta: MiG Music GmbH
Contatti:

Sito web  Facebook

 
TRACKLIST

  1. Rain
  2. Fragment #1
  3. All Forgotten Times
  4. Every Little Things
  5. Fragment #2
  6. The Hunters
  7. Hope & Fear [versione rivisitata]
  8. A Distant View
  9. Fragment #3
  10. Wrapped In Ice
  11. Higher Heaven
  12. The Soul Goes On
  13. The Silent Sea
  14. Endless Sea
DURATA: 45:14
 

I tedeschi Remain In Silence nascono nel 1983 per volontà di Andreas Gimpel (voce) e Andreas Buchwald (chitarra). Ora sono passati praticamente più di trent'anni dal debutto "Seven Rooms" (1985), ma i Nostri sono rimasti fedeli alle sonorità darkwave-rock, talvolta sfocianti in territorio pop. Il duo riparte ancora una volta da quanto lasciatoci in eredità da nomi quali Joy Division (e dalla creatura sorta dopo la morte di Ian Curtis, i New Order), Cure e Depeche Mode, dando alle stampe un nuovo album orecchiabile, altamente emotivo ed elegiaco intitolato "…And The Soul Goes On".

Si tratta di un'uscita dai toni soffusi e ipnotici, in cui spicca la presenza di un'intimità contemplativa forte che raggiunge l'apice nelle canzoni poste in coda: la ballata per piano e voce "The Silent Sea" e la strumentale "Endless Sea". Si mostra altresì mutevole, pronta a cogliere l'occasione di strizzare l'occhio al mondo radiofonico con "Wrapped In Ice", rifinirsi elegantemente con l'aggiunta degli archi in "The Hunters", striandosi incisivamente di elettronica in "All Forgotten Times" (nel cui finale compare inaspettatamente l'armonica a bocca), affievolendo notevolmente i toni nella rilassatezza malinconica di "Every Little Things" e offrendo una veste quasi minimale in "Higher Heaven". Il disco si perde però un po' per strada, a causa delle brevi e inutili — quanto ad avviso del sottoscritto — interruzioni atmosferiche a nome "Fragment".

In anni in cui siamo stati letteralmente inondati da una new wave di band che hanno fotocopiato lo stile, le note e l'impostazione vocale di chi ha vissuto il periodo originario del filone, il più delle volte non essendo in grado di aggiungere nulla di proprio, il ritorno in scena dei Remain In Silence con "…And The Soul Goes On" potrebbe essere di insegnamento su come approcciarsi a un mondo spesso conosciuto a menadito al solo scopo di riciclarne esclusivamente gli stilemi. Avere la personalità per dipingerlo con gusto personale è un'altra storia e vecchi leoni quali questi signori ce ne forniscono una chiara dimostrazione.

Facebook Comments