Repuked - Pervertopia

REPUKED – Pervertopia

Gruppo:Repuked
Titolo:Pervertopia
Anno:2011
Provenienza:Svezia
Etichetta:Soulseller Records
Contatti:  Facebook Bandcamp Instagram Spotify
TRACKLIST

  1. Chemically Wasted
  2. Gag!
  3. Mental Vomit
  4. Pervertopia
  5. I Wanna Puke On You
  6. Standing By The Roadside…
  7. …Fucking Something Dead
  8. Morgue Of Whores
  9. Orgasmic Death Deliverer
  10. Toxic Constipation
DURATA:45:14

Death metal e punk? Stamo a scopri’ l’acqua calda? Binomio infinitamente vecchio, è vero, però gruppi come i Repuked non fanno altro che ricordare a chi segue la scena da un po’ quanto fossero belli i decenni passati. In anni di revivalismo costante, con un ultimo lustro che sembra tirarti dietro dischi fotocopiati dagli anni ’90, c’è chi per fortuna riesce ad emergere dalla melma del copia e incolla mostrando che pur essendo derivativi si può dire la propria. Ed è proprio questo il caso di Pervertopia.

I ragazzi svedesi per chi scrive non sono un nome nuovo, li avevo già incrociati acquistando la raccolta dei demo Repukalipse Now prodotta dalla polacca Psycho Records su cassetta. È passato un solo anno, la band si è accasata sotto Soulseller, etichetta cui potrei consegnare direttamente il portafoglio dato che le uscite prodotte sinora mi hanno procurato non so quante soddisfazioni, e ha rilasciato il debutto Pervertopia. Il sound prosegue la linea già tracciata e palesata nell’unica traccia “nuova” interna a quel best of, “Pissbomb”, una sorta di antipasto che il gruppo ha deciso di non reinserire nella scaletta dell’album. Immaginate una commistione di Autopsy, Repulsion e Disfear dotati di un songwriting decisamente più elementare ma con tanta di quell’adrenalina punk da tirar giù un muro di mattoni ad ogni canzone, e avrete un’idea di cosa siano i Repuked.

L’irruenza, l’istinto caciarone e il puzzo di morte sono chiari sin dalle battute d’apertura in “Chemically Wasted”, prerogative che verranno confermate con il trascorrere dei minuti in “Mental Vomit” e “I Wanna Puke On You”. Pervertopia è un album dall’incedere malsano e feroce, dalle atmosfere morbose e ripugnanti,  e i Repuked vomitano ribrezzo un pezzo dopo l’altro, anche quando allungano un po’ troppo il brodo negli oltre otto minuti di “Toxic Constipation”. Le soluzioni per cui optano gli svedesi sono putride e fangose, e creano una meravigliosa atmosfera cimiteriale da horror di terza categoria. Se teniamo conto quindi dello stile e delle coordinate fedelmente osservate dai Repuked, Pervertopia ha compiuto quel passo in avanti che era lecito aspettarsi, confermando la validità della proposta e l’attitudine old school della band; d’altra parte, un songwriting così scarno non potrà esser ripetuto all’infinito, e ci sarà bisogno in un prossimo futuro di trovare un paio di varianti che permettano di poter mantenere viva l’attenzione dell’ascoltatore.

Sto aspettando gli amici per guardare insieme un’ennesima volta Zombi di Romero, e non potevo scegliere miglior modo per ingannare il tempo che sparare un’altra volta Pervertopia (ok, l’alternativa era Severed Survival). Siete fan sfegatati di Autopsy, Abscess e altre realtà già nominate o similari? Bene, con i Repuked andrete a botta sicura.

Facebook Comments