RINGS OF SATURN – Embryonic Anomaly

RINGS OF SATURN – Embryonic Anomaly

 
Gruppo: Rings Of Saturn
Titolo:  Embryonic Anomaly
Anno: 2010
Ristampa: 2011
Provenienza:  U.S.A.
Etichetta: Unique Leader Records
Contatti:

Facebook  Youtube

 
TRACKLIST

  1. Seized And Devoured
  2. Invasion
  3. Abducted
  4. Final Abhorrent Dream
  5. Corpses Thrown Across The Sky
  6. Embryonic Anomaly
  7. Annihilating The Pure
  8. Grinding Of Internal Organs
  9. End Of Humanity
DURATA: 35:07
 

La Unique Leader da casa a tante, forse troppe, band, alcune delle quali anche evitabilissime. I Rings Of Saturn dopo aver rilasciato nel 2010 "Embryonic Anomaly" tramite autoproduzione, siglando il contratto con la label lo vedono ora ricircolare in questo 2011.

L'album in questione è di quelli particolari e a tratti esilarante, sì perché oltre alla solita commistione ormai nota di death tecnico sparato a velocità supersoniche e immancabili derive deathcore aggiunge alla propria proposta un carico di sonorità sci-fi e un gusto horror molto dall'animo molto anni Sessanta.

Il disco riesce a farsi apprezzare grazie a una combinazione di mazzate spaccacollo ("Embryonic Anomlay e "Seized And Devoured"), narcisismo puro ("Invasion"), sweep in serie che definire stravaganti è poco ("Abducted") che con le restanti tracce offrono una serie di prestazioni strumentalmente ossessive, pesanti e melodicamente accattivanti con la pecca di presentare qualche lavoro di mano di troppo sulle corde. A a loro favore, a mo' di contrappeso in positivo, si pone la vena decisamente poco seriosa ed esplorativamente fantascientifica di cui si fa piacevolmente carico "Embryonic Anomaly".

I Rings Of Saturn per nostra grazia non possiedono una produzione di quelle da fiochetto rosa che suona talmente perfettina da sembrare finta dopo due secondi dall'inizio del cd, c'è un alone di sporco che ben si presta a supportare le atmosfere galattiche sulle quali ruota il loro bizzaro e shakerato mondo sonoro.

Gli americani non regaleranno nulla d'innovativo, tuttavia il loro il mestiere lo sanno fare, il lavoro fra gli amanti dell'estremo, in particolare fra coloro che amano le uscite di stampo prettamente tecnico, sarà già conosciuto, per chi comunque non avesse ancora avuto modo di godersi un attacco alieno o una scappata su Saturno in compagnia di questi ragazzi potrebbe esser l'occasione giusta per dargli una bella ascoltata.

 

Facebook Comments