ROTTING EMBODIMENT – Invocations From The Past

ROTTING EMBODIMENT – Invocations From The Past

Informazioni
Gruppo: Rotting Embodiment
Anno: 2009
Etichetta: Self-Released
Autore: Mourning

Tracklist:
1. Disembodied (My Reflection Is Missing)
2. The Motionless Sea Of Blood (Where My Body Roams)
3. The Field Of Never Ending Life (The Passage To The Valleys)
4. Gore Filled Mess (Putrid Reek Of Flesh)

DURATA: 18:50

Se amate il cROTTING EMBODIMENT - Invocations From The Past aro vecchio old school americano dove gente sguazzava nel putridume come i maestri Autopsy, i Rotting Embodiment fanno di sicuro al caso vostro.
I giovani di San Marcos (California) rievocano quei fasti ormai da tempo andati con la loro prima demo “Invocations From The Past”, quattro tracce alquanto rudimentali e con una produzione che definirei azzeccata quanto cattiva per la proposta priva totalmente di fronzoli e diretta da far schifo.
L’aura marcia e putrescente che brani come “Disembodied (My Reflection Is Missing)” o “The Field Of Never Ending Life (The Passage To The Valleys)” evocano renderanno decisamente felici chi cerca nel genere dedito alla morte in tutte le sue forme un ritorno al primorde più scarno ed efficace.
Sono cresciuti a pane e anni ottanta, il riffing malsano, la batteria pesante condita da passaggi rapidi ma duri non fanno che confermare quanto l’unico interesse sia quello di sfornare del puro materiale in chiave classica.
Eseguono ed interpretano a dovere lo stile e se più di qualche volta si cade volutamente nel deja vù non credo sia un problema per chi è affine alla ricerca di tali lavori.
Nulla di nuovo, nulla che non sia già stato ascoltato ma se fatto con il dovuto senso risulta piacevole, i Rotting Embodiment con questo primo vagito sono ancora ad uno stato larvale ma in futuro potremo attenderci delle prove di valore, starà quindi a loro confermare le rosee attese.

Facebook Comments