SACCAGE – Death Crust Satanique

SACCAGE – Death Crust Satanique

 
Gruppo: Saccage
Titolo:  Death Crust Satanique
Anno: 2012
Provenienza:   Canada
Etichetta: Maltkross Productions
Contatti:

Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Motörcrust
  2. Saccage Nocturne
  3. Jump Le Train Pour L'Enfer
  4. Beer, Dope & Evil
  5. La Dérape Squad
  6. Criss Toé Dans L'Pit Pour Satan
  7. Death Crust Satanique
  8. Milice Anti-Police Calice
  9. Ostie De Chiennes De L'Enfer (Sur L'Cuir)
  10. Merci Pour Tout Satan
  11. Bois Ou Crève
  12. Cirrhose Du Foie
DURATA: 29:36
 

Leggendo le informazioni riguardanti il gruppo Saccage, nome che significa "saccheggio", trovo nuovamente quella definizione che, come il prezzemolo, pare vada bene in una moltitudine di pietanze, "black metal". Normalmente andrei oltre, s'incontra troppo pattume con quell'etichetta ma, dopo avere visto la copertina, decido di rischiare. Che cosa suonano questi canadesi infine?

Già da "Strappado" il metallo dal paese degli aceri sembra seguire la via dell'impatto basata su frasi concise e semplici. Ascoltando il disco "Death Crust Satanique" mi è saltato in mente di rispolverare la parola "crossover" tanto usata negli Anni Novanta. La base è un thrash lineare, crudo che onora sicuramente i vecchi dischi degli Slayer con la sua mancanza di compromessi e gruppi teutonici della prima ora che prestano la loro velocità, per passare ogni tanto a salutare la Scandinavia death, senza però dimenticare i grandi della propria nazione. Qualche tocco crust appare soprattutto sotto forma di batteria in stile d-beat e un riff un poco nero qui e là accontenterebbe pure chi vuole trovare il black anche nelle canzoni di Eminem.

I testi scritti prevalentemente in francese Québequois, dedicati a molti temi adorati da ogni rockettaro che si rispetti, sono interpretati da una voce asciutta e molto aggressiva che è perfettamente adatta allo stile musicale presentato. "Milice Anti-Police Calice" è una canzone di stampo hardcore con un coro cui potrebbe partecipare chiunque durante un concerto ed è l'unica che esce un poco dal modus operandi usato su questo lavoro.

Amate dischi d'impatto che arrivano immediatamente al punto con la loro mancanza di compromessi? Vi piace essere investiti da un treno musicale in corsa? Adorate canzoni intense e inzuppate di ritmi che vi spingono a buttarvi nel pozzo, a scuotere il cranio come degli ebeti e a saltare dal palco in mezzo alla folla (che ovviamente si aprirà come al passaggio di Mosé, permettendovi di baciare il pavimento)? Non perdete "Death Crust Satanique", ne sarete entusiasti.

Facebook Comments