SATANEL – Nato Dal Fuoco

SATANEL – Nato Dal Fuoco

Informazioni
Gruppo: Satanel
Anno: 2010
Etichetta: Black Tears Of Death
Autore: M1

Tracklist
1. Ignis
2. Nato Dal Fuoco
3. The Last Breath Of A Last Spirit
4. Aquila Aurea
5. Light Of Totalitarian Constellation
6. Fallen Angel
7. Marciare Sino Alla Morte E Cadere Sulla Via Dell’onore
8. Spirit of Elements
9. The Gate Of Nanna (Beherit cover)

DURATA: 37:57

Tempo di ristampeSATANEL - Nato Dal Fuoco per i Satanel, “Nato Dal Fuoco” infatti era uscito originariamente nel 2007 ed oggi viene riproposto, con l’aggiunta di una nuova cover ad opera di Lorenzo Mariani, grazie all’interessamento della Black Tears Of Death. Nonostante il gruppo di Destroyer e soci sia nato nel 1994 questo è solo il primo full-lenght album: black metal d’assalto di stampo war influenzato dai grandi nomi della scena estrema di fine anni ’80 – inizio ’90 ma che non manca di aperture di maggior respiro, quasi epiche.

In queste circostanze insomma non si tratta di violenza e chaos a tutti i costi ma la musica si fa anche ragionata pur senza perdere in bellicosità, è per questo che potremmo accostare il gruppo ai Destroyer 666 tanto per indicare una coordinata di massima per orientare il lettore; sugli scudi vi è certamente il lavoro ispirato delle chitarre che riescono a caratterizzare ogni singolo brano, sfociando anche in lidi heavy nel corso di “Aquila Aurea”. E’ così che questa duplice anima può accontentare sia i fan delle sonorità più intransigenti che troveranno il proprio pane in pezzi come la furiosa “Light Of Totalitarian Constellation” col suo riffing travolgente o nella scheggia impazzita “Marciare Sino Alla Morte E Cadere Sulla Via Dell’Onore”, che i non fanatici del sottogenere war come ad esempio il sottoscritto, grazie a brani quali la title-track o “The Last Breath Of A Last Spirit”.

Posta in chiusura troviamo infine “The Gate Of Nanna”, celeberrimo pezzo dall’atmosfera sulfurea e maligna dei Beherit, citati come influenza dai chitarristi Destroyer e Samael Von Martin e che si discosta leggermente dal mood generale. Punto a favore infine risulta essere una produzione davvero azzeccata, capace di essere allo stesso tempo grezza senza far perdere in impatto e capacità di discernere il lavoro dei musicisti.

In definitiva quindi si tratta di una ristampa interessante perchè permette di tornare a parlare di un buon album, compatto, diretto ma non banale e di un gruppo italiano valido. In attesa di futuro nuovo materiale godetevi “Nato Dal Fuoco”.

Nel caso foste interessati a reperire il cd questi sono i contatti a cui rivolgervi:
[email protected]
www.myspace.com/btodmailorder

Facebook Comments