SCHWARZER ENGEL – Apokalypse (Promo Version)

SCHWARZER ENGEL – Apokalypse (Promo Version)

Informazioni

Gruppo: Schwarzer Engel
Anno: 2010
Etichetta: Trisol
Contatti: www.myspace.com/schwarzerengelband
Autore: Insanity

Tracklist
1. Planet Hass
2. Krieg In Der Wüste
3. Der Schwarze Engel

DURATA: 12:39

SCHWARZER ENGEL - Apokalypse (Promo Version) Nati nel 2007, i tedeschi Schwarzer Engel sfornano quest’anno il debutto intitolato “Apokalypse”. Quello che sto per recensire è però solo un promo di tre tracce della durata totale di circa dodici minuti. Il sound proposto è un Gothic Metal orecchiabile ma che non sfocia nello smielato, preferendo anzi qualche soluzione più dura. Una caratteristica che salterà subito all’orecchio è il cantato interamente in lingua madre, scelta coraggiosa quanto azzeccata. Il vocalist Dave Jason, che si occupa quasi interamente del progetto, è uno dei punti forti della band, capace di variare tra uno stile più duro e graffiato ad una voce profonda e solenne senza essere mai fuori luogo.
Per rendersene conto basta ascoltare “Planet Hass”, in cui Jason accompagna degnamente un riffing melodico quanto semplice e un drumming deciso che scandisce il ritmo della canzone. A seguire troviamo “Krieg In Der Wüste”, brano decisamente più dinamico e che punta più sulla potenza che sull’atmosfera, caratteristica riscontrabile anche nella voce che quasi perennemente tende ad un mezzo scream; notevole il lavoro delle tastiere, ben orchestrate e per niente abusate ma che anzi svolgono un ruolo prevalentemente di sottofondo. A chiudere il promo ci pensa “Der Schwarze Engel”, forse la migliore delle tre, forte di un ritornello di quelli che entrano in testa al primo ascolto e non ne escono per una settimana. In questa traccia Jason si supera, le sue linee vocali si stendono su una tastiera che questa volta lascia il ruolo di accompagnamento alla chitarra creando un ritornello da brivido.
Giudicare un album da sole tre tracce è un lavoro impossibile, avrei preferito ascoltare interamente “Apokalypse” ma già da questi dodici minuti si può capire che la band ha potenzialità; la struttura dei brani è semplice ma perfetta per il sound molto catchy di questi Schwarzer Engel. C’è qualche piccolo dettaglio da aggiustare, in alcuni frangenti i piatti sono stati mixati male e con una produzione così pulita è un difetto che si nota subito, inoltre qualche passaggio suona leggermente fuori luogo, ma considerando che è la prima uscita di questa band sono difetti di poco conto soprattutto perchè ci sono parti talmente ben composte che li fanno dimenticare. A chi ama sonorità orecchiabili e gotiche non posso fare altro che consigliare l’ascolto di “Apokalypse” o almeno una visita al Myspace.

Facebook Comments