Schwermut - Schwermut

SCHWERMUT – Schwermut

Gruppo:Schwermut
Titolo:Schwermut
Anno:2020
Provenienza:Germania
Etichetta:Auric Records
Contatti:Facebook  Bandcamp
TRACKLIST

  1. Wiederkunft
  2. Zehrend
  3. Dein Abschied
DURATA:19:53

Breve ma corposo questo omonimo EP di debutto dei tedeschi Schwermut, duo che consta della batterista di lungo corso Astrega (ex Cerberus) e di Mario Dahmen, già produttore e mente del progetto sludge-doom Babylon Asleep, che condivide con la signora.

Consigliato dall’Auric Records ai fan dei primi Shining e dei Tardigrada, Schwermut è davvero un bel mix di black metal più o meno atmosferico al quale i due falegnami tedeschi hanno preferito non togliere le venature doom e depressive in fase di levigatura. Perciò “Wiederkunft” comincia piuttosto canonica, ma sfrutta al meglio i suoi sette minuti di durata, dilatando i tempi e proponendo un buon lavoro sia di voce che di chitarra; cosa che “Zehrend” fa sin dal principio, aprendosi con un tiro che è perfino catchy e sviluppandosi con la dovuta infornata di blast beat gentilmente offerta da Astrega, metronoma del male e autrice di una prestazione massiccia e pulita. Come ho detto, anche il comparto vocale è ben curato e Mario Dahmen dà prova di sicurezza e duttilità, interpretando al meglio i sentimenti di malinconia e angoscia che permeano il disco. “Dein Abschied” conclude con la giusta dose di riffoni un EP che funziona, pur non presentando alcun accenno di novità rispetto a quello che il black metal ha offerto in quest’ultimo ventennio di disagio.

In definitiva, i limiti degli Schwermut possono riassumersi nel poco coraggio e nell’attitudine leggermente schematica in fase di scrittura: questo EP resta un buon compitino, ma se l’intenzione (come auspicabile) è quella di distinguersi e di pubblicare un album vero e proprio bisogna osare di più. Magari un’ulteriore iniezione di doom potrebbe giovare, perché l’impressione è che i due diano il meglio di loro quando il tempo rallenta e si crea lo spazio per cesellare delle belle trame chitarristiche. Da riascoltare su minutaggi maggiori.

Facebook Comments