SCUTUM CRUX – The Second Sun

 
Gruppo: Scutum Crux
Titolo:  The Second Sun
Anno: 2013
Provenienza:  Regno Unito
Etichetta: Immortal Frost Productions
Contatti:

Facebook  Bandcamp  Reverbnation

 
TRACKLIST

  1. Reign Of Apzu
  2. Chaos Ritual
  3. Demon Scutum
  4. Invocation Of Powers
  5. View From Nibiru
  6. Under The Second Sun
  7. Black Winter
  8. Horus
DURATA: 38:02
 

Giungono a noi dalle albioniche lande gli Scutum Crux, trio in attività da un decennio circa; ed è grazie all'attività promozionale della Immortal Frost Productions se ora ho l'opportunità — seppur con un annetto di ritardo sull'uscita ufficiale — di parlarvi di "The Second Sun", debutto assoluto dei britannici.

Il disco si apre con "Reign Of Apzu", un'introduzione magniloquente ed epica, dai toni così fieri e marziali che ci si potrebbe aspettare di incontrarla all'interno di un album come "Muse In Arms"; ma non lasciatevi ingannare, poiché ciò che andremo ad ascoltare si basa principalmente su altri concetti musicali. Il cardine della proposta degli Scutum Crux è infatti un Black Metal aggressivo e tagliente, belligerante e maligno, che porta in grembo tante delle sulfuree caratteristiche del modello svedese così come una feroce irruenza tipica di certa scena continentale.

Il lavoro compositivo del terzetto punta molto sulla velocità senza però fare di quest'ultima l'elemento predominante, in quanto pezzi come "Chaos Ritual", "Demon Scutum", "Under The Second Sun" e "Black Winter" — ideali compendi delle varie influenze adottate dalla band — possiedono un'interessante varietà di soluzioni: rallentamenti, brevi sezioni atmosferiche e melodie morbosamente nere di ottima fattura che incrementano le sfumature epiche dell'insieme. In aggiunta, all'interno della scaletta troviamo anche "View From Nibiru" e "Horus", vale a dire episodi strumentali ricolmi di sintetizzatori dai risvolti astrali e cibernetici che offrono senz'altro un'ulteriore chiave di lettura dell'album. Sia annotata a margine la presenza di una merce piuttosto rara nel Black Metal: invero spuntano fuori alle volte assoli assolutamente godibilissimi che lasciano intravedere qualche lievissima influenza proveniente dal classico Heavy Metal.

Nonostante in un paio di occasioni il sottoscritto abbia avuto la fugace sensazione che le varie sfumature stilistiche non si incastrassero proprio tutte alla perfezione, gli Scutum Crux hanno dimostrato un'ottima padronanza dei propri mezzi e un'invidiabile capacità di creare un prodotto valido e piacevolmente vario, pur senza mai distaccarsi veramente dal genere di appartenenza.

Condito da un lavoro grafico dai toni piuttosto moderni ma tutto sommato con una propria ragion d'essere, "The Second Sun" è dunque un disco bello, ben composto e ben suonato, il quale potrà piacere sia agli amanti del classico che a chi cerca un lavoro Black Metal che sappia però oltrepassare i confini stilistici dello stesso. Casomai non si fosse ancora capito, un album caldamente consigliato!

Facebook Comments