SECRET TALES – L’Antico Regno

 
Gruppo: Secret Tales
Titolo: L'Antico Regno
Anno: 2014
Provenienza: Italia
Etichetta: Black Widow Records
Contatti:

Facebook

 
TRACKLIST

  1. Stargate
  2. Il Menestrello
  3. L'Antico Regno
  4. Il Giullare
  5. In-faut-o Goblin
  6. Il Canto Delle Sirene
  7. Rex Introduxit Puellam (L'Incontro Sublime)
  8. Princelfa
  9. L'Unicorno Lucente
  10. Tornano Le Fate
  11. Le Tre (Streghe, Fate, Aliene)
  12. An Ancient History
  13. Saluto Del Cantore
DURATA: 48:58
 

I Secret Tales nascono dalla collaborazione fra Roby Tav e Tiziana Radis, artisti che abbiamo avuto modo di presentarvi in passato con l'uscita "The Secret Wood Tales". Con loro, in questo incantevole progetto di natura fiabesca e ancestrale, partecipano il chitarrista-bassista Giancarlo "Zepi" Gabbanella e una serie di ospiti illustri: Gianni Musy (attore e doppiatore conosciutissimo, che molti ricorderanno per aver dato voce, fra tanti, sia a Gandalf che a Silente), Andrea Cardellino (L'Impero Delle Ombre e Witchfield), Kristina Allram, Ennio Nicolini (The Black, Akron e Unreal Terror) e Gianluca Bracciale (The Black).

L'atmosfera che pervade l'opera è riconducibile al più classico dei "c'era una volta", con la scaletta che di passaggio in passaggio non fa altro che inanellare parti di una storia in cui l'umano e il magico si fondono. Viene così data vita a uno di quei racconti — interpretati sicuramente in maniera meno teatrale ed elegante da quanto esposto tramite il cantato della Radis — che potremmo aver letto o ascoltato dai nostri genitori o nonni prima di andare a dormire da bambini; semplice, eppure intriso di quel fascino capace di farti sognare anche a occhi aperti.

La musica, perché in fin dei conti è di un disco che sto scrivendo, è un miscuglio di sonorità che attinge dal panorama neo-prog, neo-classico, dal folk e in parte dal mondo metal, che vanno di volta in volta alternandosi per far sì che ogni singolo pezzo abbia in sé un'impronta specifica, in maniera tale da divenire il tassello unico di un mosaico che dà il meglio nella propria interezza. Il disco infatti transita dalla tensione trapelante da "L'Antico Regno" all'animo cupo, drammatico e tormentato che domina episodi quali "Il Giullare" e "In-faut-o Goblin", passando per l'oscura solennità infusa dall'utilizzo del latino in "Rex Introduxit Puellam", il romanticismo onirico che fuoriesce da "Il Canto Delle Sirene" e la leggiadria acustica insita in "Princelfa".

I Secret Tales sono eleganti, raffinati e v'invitano a schiudere il portale mentale che vi condurrà a "L'Antico Regno". Lasciate che a guidarvi siano le loro dolci e suadenti melodie: per accedervi non rimarrà altro da fare che premere il tasto «play». Di certo tale compagnia vi renderà il compito alquanto facile e gradito.

Facebook Comments