SEPTEKH – The Seth Avalanche

SEPTEKH – The Seth Avalanche

 
Gruppo: Septekh
Titolo:  The Seth Avalanche
Anno: 2012
Provenienza:  Svezia
Etichetta: Abyss Records
Contatti:

Sito web  Facebook  Youtube  Reverbnation  Last.fm

 
TRACKLIST

  1. Fuckslut From Hell
  2. Shoot Them All
  3. Blunt Force To The Head
  4. Not Quite What I Had In Mind
  5. Eating The Maneater
  6. The Seth Avalanche
DURATA: 22:27
 

Quando metti su un disco e senza essertene accorto sei già al sesto o settimo ascolto consecutivo, hai trovato qualcosa che ti allieta la serata e ti diverte. Questo al giorno d'oggi è già una vittoria, se poi capitasse con una band sino a quel momento a te sconosciuta sarebbe proprio una gran cosa. In effetti i Septekh non sapevo proprio chi fossero, questi svedesi non li avevo mai sentiti nominare e quando ho inserito "The Seth Avalanche" nello stereo non immaginavo cosa potesse attendermi.

L'essere investito da quasi ventitré minuti di musica che similarmente potreste paragonare a una commistione alcolica dei Carcass più death'n'roll, Gehennah (gli ubriaconi), alcune forme di black/thrash primordiale made in Sweden e Motörhead.

È stato un momento di totale e gradito scatenamento, viene naturale lasciarsi andare con canzoni dalla forte carica ironica nera quali "Fuckslut From Hell" e "Shoot Them All" o farsi coinvolgere dalle ritmiche meno rapide e incalzanti, ma più concentrate e pesanti di una titletrack che esalta l'aspetto compositivo e che insieme alla in parte sclerotica "Blunt Force To The Head" emana una gran sensazione di possenza groove.

Buonissima la prestazione strumentale nella quale spicca la prova a tutta adrenalina del batterista Staffan Person che quando accelera è uno sfracello e quella dietro al microfono di Nils Meseke che si esibisce utilizzando un growl/scream acido perfetto a spingere ulteriormente in là l'asticella della schizofrenia interna al lavoro. Aggiungete una produzione ben più che discreta e che non ammazza il suono del basso e il gioco è fatto.

"The Seth Avalanche" è estremo, spaccaossa e alcolico, tanto alcolico e con questa ricetta semplice ma efficace i Septekh si conquisteranno uno spazio fra i vostri ascolti, date loro la possibilità di farlo.

Facebook Comments