SILENT SCREAM (ESP) – Teoria De Cuerdas

Informazioni
Gruppo: Silent Scream (Esp)
Anno: 2010
Etichetta: Santo Grial Records
Autore: Mourning

Tracklist
1. Sin Destino
2. Delirios De Grandeza
3. Sumergidos En El Caos
4. Gritos En Silencio
5. Noche Y Niebla
6. Odio Eterno
7. Tu Final
8. Fuerza Suprema
9. Victoria O Derrota
10. Amputación En El 631
11. Como Lagrimas En La Lluvia

DURATA: 01:01:32

SILENT SCREAM (ESP) - Teoria De Cuerdas La Spagna è probabilmente la nazione che insieme a Germania, Inghilterra e Svezia tiene maggiormente viva la fiamma dell’heavy metal nelle sue forme più old come in quelle innovative legate al power e alle varianti progressive.
Proprio dalla penisola iberica, precisamente dalla Catalogna, arrivano i Silent Scream.
La formazione seppur attiva dal 2001 solo nel 2006 da vita al demo “El Preludio” giungendo in questo 2010 al momento della consacrazione con l’uscita di “Teoria De Cuerdas”, primo full-lenght.
Il sound racchiude elementi prettamente classic ricollegabili anche alla scuola maideniana, fraseggi progressivi e atmosfere power che potrebbero ricordare gli Edguy del genietto Tobias Sammet, undici brani per più di un’ora di musica ben sviluppata e che, fra ritornelli e cori di facile presa, assoli tecnicamente ineccepibili e un riffing ordinato ma che al momento giusto sa proporre variazioni ficcanti e inaspettate, colpiscono per brio e intensità.
Non mi soffermerò su un’analisi track by track perchè ognuno degli episodi hai dei pregi che ne esaltano il valore potendo quindi potenzialmente diventare o meno la vostra traccia preferita, quello su cui concentrarsi è il lavoro svolto dal combo, sia in fase compositiva sia in quella esecutiva, pur essendo alla prima vera prova d’affrontare, si presenta spavaldo, non manca di prendersi licenze rischiose scegliendo non sempre la soluzione più semplice, inserendo a esempio harsh vocals per infondere aggressività ma dosandone l’uso in maniera sapiente.
Dani Claramonte è uno dei marchi di fabbrica del sound dei Silent Scream, la sua voce nasale e scura conquista, la bravura del cantante sta nell’evitare forzature mantenendosi su range medio-alti ma tralasciando (se non i sparuti casi) quei picchi che potrebbero creare instabilità nel proporsi.
L’altro è legato alla prestazione delle sei corde Chus Corral/Dani Alpáñez, viva, cristallina e a più riprese esaltante.
La spinta fornita dalle basi create da Xavi e Luis Cano, rispettivamente basso e batteria, è decisamente ben organizzata e ben orchestrata, il primo alle volte riporta alla mente movenze Harrisiane mentre il drumming dinamico e propositivo (belli i cambi di ritmo) potrebbe ancora crescere e presentarsi più prog in certi fraseggi che forse avrebbero reso di più con una batteria maggiormente studiata.
Le tastiere vengono usate per abbellire e aumentare la profondità del suono, vengono sfruttate sottoforma di tappeto o come brevi apparizioni leggermente più presenti ma mai invasive, la pecca reale risiede invece nella produzione non perfetta, una pulizia maggiore avrebbe garantito uno spessore differente e una udibilità migliore alla voce e alle pelli che alle volte sembra rimangano sin troppo incassate nel contesto.
Un risultato più che dignitoso “Teoria De Cuerdas”, i Silent Scream dimostrano d’avere delle grandi potenzialità, se in futuro arrivasse la maturità e soprattutto creassero una continuità potrebbero acquisire pienamente quel quid che manca a tante band per spiccare nella folta scena metal, teneteli d’occhio!

Facebook Comments