STAM1NA – Elokuutio

 
Gruppo: Stam1na
Titolo: Elokuutio
Anno: 2016
Provenienza: Finlandia
Etichetta: Sakara Records
Contatti:

Sito web  Facebook

 
TRACKLIST

  1. Ikoneklasmia
  2. Elokuutio
  3. Meidänkaltaisillemme
  4. Pala Palalta
  5. Pienet Vihreät Miehet
  6. Mätä Hohtava Omena
  7. D.S.M.
  8. Marttyyri
  9. Kuudet Raamit
  10. Valhe
DURATA: 47:52
 

Tra le tante band che il ricco panorama musicale finlandese ha da offrire, gli Stam1na sono una di quelle realtà minori che meritano obbligatoriamente un ascolto. Il loro approccio al metal è sfrenato e violento, senza però lesinare sulla melodiosità o sull'elaborazione degli arrangiamenti. Il loro ultimo lavoro, intitolato "Elokuutio" e pubblicato lo scorso marzo tramite l'etichetta Sakara Records, si è rivelato essere un perfetto mix di tutte queste caratteristiche, risultando potenzialmente etichettabile come riassuntivo di tutto il percorso evolutivo della formazione.

Un elemento che salta subito all'occhio ancora prima di ascoltare il disco è il digipack in sé: strutturato in maniera tale che una volta totalmente dispiegato formi una croce capovolta, è decisamente unico per il fatto che le forme colorate dipinte su sfondo nero sono in realtà una specie di QR code che, inquadrate e riconosciute tramite l'utilizzo di un'apposita applicazione gratuita (disponibile per Android sull'app-store), riproducono le stesse immagini in realtà aumentata.

Dal punto di vista dei contenuti, invece, l'album si presenta a livello sonoro complesso ma piuttosto uniforme nei suoi quasi quarantotto minuti, suddivisi in maniera decisamente omogenea su dieci tracce. Le doti vocali di Antti "Hyrde" Hyyrynen negli anni sono migliorate notevolmente e ne abbiamo la prova con questo lavoro, in cui utilizza maggiormente il cantato sporco, dà prova di avere ancora una voce pulita calda e decisa (come in "Pala Palalta", "Pienet Vihreät Miehet" o "Valhe") e dimostra di essere anche dotato in un growl profondo e cupo (si vedano "Ikoneklasmia" o "Mätä Hohtava Omena"). La performance delle chitarre tocca sempre un alto livello, sia per quanto riguarda gli arrangiamenti che nel senso più stretto dell'esecuzione in sé per sé: il riffing aggressivo e incisivo tipico del Thrash si amalgama in quest'opera con influenze provenienti tanto dal Progressive Metal (come nell'intro di "Meidänkaltaisillemme") quanto dal Doom ("Marttyyri" e "Valhe") e dal Melodic ("Elokuutio" e "Kuudet raamit").

Dal canto suo, la sezione ritmica della band non si risparmia in alcun momento: soluzioni incalzanti e martellanti della batteria finiscono per sfociare in momenti in cui un furioso blast beat la fa da padrona (come in "Ikoneklasmia"), mentre un basso rotondo e metallico sferraglia nelle retrovie senza però ricoprire un ruolo completamente marginale o starsene in secondo piano. Le tastiere possiedono infine un peso altrettanto forte nella definizione delle sonorità del gruppo, aggiungendo una sfumatura elettronica al sound complessivamente massiccio dei Nostri, definendo i momenti più cupi con pianoforte, cori e sintetizzatori.

Con questa loro ultima pubblicazione, gli Stam1na si confermano decisamente come una formazione più che valida, che mi sento di consigliare tanto ai fan del metal più progressivo quanto agli amanti delle sonorità più oscure, come anche a chi preferisce il Thrash o semplicemente il Melodic. Insomma, pare riescano ad accontentare un po' i gusti di tutti. Ascoltare — e vedere — per credere: guardate il video di "Kuudet Raamit" e giudicate voi stessi.

Facebook Comments