STRONOMIA DOOM – A Halál Színe Fekete

 
Gruppo: Stronomia Doom
Titolo: A Halál Színe Fekete
Anno: 2015
Provenienza: Ungheria
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Sito web  Facebook  Youtube  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. A Halál Színe Fekete
  2. Az Utolsó Lázadó
  3. Totális Pusztítás
  4. Zuhanunk A Szakadékba
  5. Rabszolgák És Robotok
  6. Földanya Szól
  7. Alvó Civilizáció
  8. A Kis Zöld Erdő
DURATA: 50:33
 

Stronomia Doom è un progetto solista nato vicino a Pest in Ungheria. Se scegliessimo la presenza mediatica come misura di gradimento, verrebbe da chiedersi come mai troviamo solo una cinquantina di mi piace sul profilo Facebook dell'artista. Egli preferisce forse lasciar scoprire il suo Doom avanguardista da chi lo cerca. A ogni modo, la sua discografia conta "I" del 2013 e "Halálba Születek" coniato un anno dopo. All'inizio del 2015 è nata invece l'attuale opera chiamata in italiano "Il Nero Colore Della Morte".

La forma recitativa scelta per le linee vocali sorprende, così come il basso dominante in stile Nomeansno. Assieme alla batteria, questo strumento si strappa di dosso l'abituale ruolo ritmico per agire da protagonista. Accordi, scale di basso e acrobazie nelle percussioni creano un teatro sonoro in cui le voci — in guisa di attori — presentano monologhi, conversano calme, a volte vivacemente, oppure disputano ad alta voce. Mentre il basso e le pelli sono le stelle nelle creazioni di Stronomia Doom, la chitarra contribuisce agli sfondi e prova qualche momento di gloria nella presentazione di una solistica minimalista, come se fosse quasi un effetto speciale. I veli Stoner sono ospiti dell'andamento rituale dominato da trame Rock di stile Hawkwind, accenni Doom dei Black Sabbath, drappi più tetri e progressivi degni dei Goblin o tocchi eclettici di Jazz sperimentale e intermezzi Ambient-Noise. Con questo po' po' di sonorità l'artista solletica l'intelletto dell'ascoltatore, forgiando composizioni fuori dal comune, nate dal gioco strumentale e provocando sentimenti a volte melanconici, altri adirati o pensierosi. L'esecuzione secca tipica per la regione d'origine pone un sigillo inconfondibile sul prodotto.

Le sfaccettature poco convenzionali di "A Halál Színe Fekete" sono per buongustai amici dell'artigianato individuale e distante dalle linee commerciali.

Facebook Comments