TAPHOS NOMOS – West Of Everything Lies Death

 
Gruppo: Taphos Nomos
Titolo: West Of Everything Lies Death
Anno: 2015
Provenienza: U.S.A.
Etichetta: Caligari Records
Contatti:

Bandcamp  Soundcloud

 
TRACKLIST

  1. Pyroclastic Flow (Hellbent On Destruction)
  2. Swallowed in Boiling Kaolinite
  3. Mycelium-Corrupted Corpse
DURATA: 24:34
 

Nel 1987 la popolazione mondiale ha superato per la prima volta la soglia dei cinque miliardi, cui se ne aggiunsero altri due nel giro di un quarto di secolo. Quale percentuale ascoltava Metal negli anni Ottanta e quale oggi? A questo quesito forse non c'è una risposta valida, ma è un dato di fatto che allora la musicassetta — medium oggi deriso — accompagnava tanti audiofili armati di walkman. Il sottosuolo odierno ha riscoperto il nastro per offrire registrazioni ancora retrò ma anche piene di fascino.

La geologia locale che comprende la regione geomorfologica chiamata Piedmont (il cui nome rammenta il nord-ovest italiano) contribuisce a ispirare il quintetto Death-Doom Metal di Pittsburgh (Pennsylvania) dei Taphos Nomos. Il movimento delle placche tettoniche sembra lentissimo, tuttavia è anche in grado di manifestarsi sotto forma di effetti disastrosi come le eruzioni vulcaniche: "West Of Everything Lies Death" ne è l'esempio. Le lunghe canzoni scendono spesso lente ma inesorabili dal cono del Death Metal per inghiottire con un movimento improvviso ogni forma di vita troppo indolente per la fuga.

Parlando di morte, passiamo alla tafonomia, altra fonte di creatività per questi Americani: riassumendo il termine, in base al processo di decomposizione i cadaveri potrebbero dissolversi o fossilizzarsi. Questi passaggi dalla vita alla morte sembrano asciutti e privi d'ispirazione, i Taphos Nomos invece vi convinceranno del contrario con composizioni e arrangiamenti avvolgenti come la lava e irruenti come l'evolversi di un temporale estivo. Il susseguirsi di note lentissime rompe gli argini, trasformandosi in attacchi veloci, mentre le combinazioni di voce gutturale e recitazione illuminano il paesaggio con sprazzi di sole nel cielo plumbeo.

"West Of Everything Lies Death" è una cassetta interessante, tutta da scoprire e in grado di collegare il passato al presente. Chiunque si ricordasse degli Autopsy, dell'esordio dei Cathedral e apprezzasse un alito degli Amebix ne sarà entusiasta. Visitando il sito Bandcamp del gruppo inoltre potrete ascoltare una canzone dell'imminente lp di debutto intitolato "Carmina Arborum".

Facebook Comments