TERRORDOME – We’ll Show You Mosh, Bitch!

 
Gruppo: Terrordome
Titolo:  We'll Show You Mosh, Bitch!
Anno: 2011
Provenienza:  Polonia
Etichetta: Defense Records
Contatti:

Sito web  Facebook  Twitter  Youtube  Bandcamp  Reverbnation  Last.fm

 
TRACKLIST

  1. This Aggression Never Gives A Shit To The Society
  2. Wish You Were Killed
  3. Silence (While The Violence's On)
  4. Thrash Till Deaf
  5. Bad Motherfucker
  6. Blowjobber
  7. Chemicals Of Death/Urban Mutants
  8. Embodimental
  9. New World's Evil
  10. Broken Government
  11. Terrorized
  12. Hang The Cop
  13. The Whole Audience Goes Full Blast!
DURATA: 28:40

Una bella mazzata a capocollo direttamente dalla Polonia e non si parla né di Death né di Black, è stavolta il Thrash che conduce a me una formazione appartenente all'underground di quella nazione: i Terrordome. La band ha sfornato nel 2011 l'album di debutto "We'll Show You Mosh, Bitch", il titolo è alquanto divertente e pari alla musica, veloce, adrenalinica e distintamente retrò nell'intento di cavalcare quanto di buono fatto da signori quali D.R.I., Cryptic Slaughter, Nuclear Assault, S.O.D., Wehrmacht con l'aggiunta di una vena Slayer che in più di un'occasione si fa viva a rafforzare un agglomerato già tosto e capace d'abbattare un muro.

Neanche trenta minuti che si sviluppano quasi esclusivamente sfruttando attacchi repentini e barbarici, voce urlata e in certi casi rimembrante lo stile Araya, è la combinazione ideale di Thrash, Punk e Hardcore, quel Crossover che esalta, si arricchisce di tasso alcolico e divenendo trascinante soddisfa la godereccia voglia di far casino.

"Thrash Till Deaf", "Blowjobber", "Chemicals Of Death/Urban Mutants", "Broken Government", "Terrorized" e la conclusiva "The Whole Audience Goes Full Blast!" sono fottutamente coinvolgenti, nessun atteggiamento snobbistico o ripulito che faccia pensare a certe prese di posizione odierne molto finte, nessuna variante che si avvicini alla scena Metalcore, solo un pugno in faccia dietro l'altro che con irriverenza, humor, un riffing ispirato supportato da un'accoppiata basso/batteria in gran spolvero, forse poco ricca di varianti ma che affonda a più non posso, vi condurrà in una scapocciata che si prolungherà per l'intera durata della scaletta.

Il difetto più grande che si possa attribuire a "We'll Show You Mosh, Bitch!" è legato alla produzione, il suono del rullante risulta leggermente fastidioso, un po' piatto.

Siete giù di morale e avete bisogno di una tempesta breve, burrascosa, di quelle movimentate? I Terrordome ve la creano dentro casa, accendete lo stereo, inserite il loro disco a volume considerevole, birra in mano e lasciandovi trasportare dalle note di "We'll Show You Mosh, Bitch" vedrete che le preoccupazioni per un po' se ne andranno a quel paese. 

Facebook Comments