THE BODY BENEATH – Rise Of The Insidious

THE BODY BENEATH – Rise Of The Insidious

Informazioni
Gruppo: The Body Beneath
Anno: 2009
Etichetta: The Fifth Moon!
Autore: Mourning

Tracklist
1. …And the Sea Will Give Us Its Dead
2. Path of the Depraved
3. A Flood of Red
4. Bloodshot White
5. The Silent Swarm

DURATA: 17:19

THE BODY BENEATH - Rise Of The Insidious

I The Body Beneath dopo un buon primo album “Compelled To Suffer” purtroppo passato inosservato (almeno da noi) inghiottito dalle miriadi d’uscite che anno dopo anno stanno invadendo il mercato, tornano sulla scena con una line-up totalmente rinnovata e che vede il singer Eric Keys come unico membro storico ancora presente.
“Rise Of The Insidious” nella sua breve durata (appena diciassette minuti) da riprova di un technical death con influenze core che vede prendere spunto da gente come Psycroptic e Despised Icon e che trova nella voce di Keys ottimo finalizzatore sia nel lavoro di growling che in quello più core addicted.
Tecnica, blast beat e una solistica melodica accennata sono i cardini dei brani che vengono valorizzati dalle raffiche di riff costruiti da Lucas Scott (in questo mini suonerà anche il basso) e da un drumming abile, pestato, possente a cura di Pat Ruland.
I pezzi che meglio rappresentano la band sono l’opener “…And The Sea Will Give Us Its Dead” ricca di sfaccettature continue ed ammicanti, “A Flood Of Red” dove fra blast beat e riff a mitraglia si staglia un fantastico solos melodioso e ben racchiuso nelle partiture e il bel macigno che ha come titolo “Bloodshot White”.
La produzione è semplicemente onesta e non curatissima ma permette di dare il giusto valore ai singoli strumenti e alla voce di Keys.
Un mini album che vale la pena di conoscere e che potrebbe essere spunto per una nuova creatura full, perchè no attirare l’attenzione delle grandi label che ormai da tempo latitano da dove risiede talento, interessanti e preparati.

Facebook Comments