THE MATTER OF A – Anomalous

Gruppo: The Matter Of A
Titolo: Anomalous
Anno: 2018
Provenienza: Polonia
Etichetta: SchizoMous Records
Contatti: Facebook  Youtube  Bandcamp  Spotify
TRACKLIST

  1. Garden A.M.
  2. Stillness
  3. Deeply Inside
  4. My Vibe Today
  5. When Possibilities Are Exhausted
  6. The Third Eye
  7. The Poison Inside
DURATA: 40:18

The Matter Of A è la creatura di Artur Jankowski, già noto da queste parti per fare parte dei Misanthropic Rage; Anomalous — primo parto di questo percorso solista — si allontana quasi del tutto da qualunque estremismo, prediligendo sonorità più leggere e atmosferiche.

Jankowski mette tanta carne al fuoco, ma tutto sommato se la cava decisamente bene, giostrandosi tra Elettronica, Rock e Metal con un approccio personale e intimista e tingendo il tutto con tonalità cupe. Le tracce mostrano sfaccettature sempre diverse di The Matter Of A, alternando con disinvoltura elementi variegati quali il tepore di matrice Trip-Hop di “Garden A.M.” e la durezza metallica di “The Third Eye”, con tanto di doppia cassa e assolo; tra un riff aggressivo e un sintetizzatore industriale, inoltre, si può spesso percepire una vena progressiva, ad esempio nella conclusiva “The Poison Inside”. Il fattore introspettivo risulta particolarmente evidente in alcune fasi come la prima parte di “Deeply Inside”, caratterizzata da suoni profondi e scuri, così come le atmosfere eteree e più calde di “When Possibilities Are Exhausted” donano un tono più riflessivo al brano; il costante riverbero enfatizza le emozioni che sembrano implodere nella mente del loro proprietario.

Queste sensazioni così roboanti trovano sfogo solo nelle linee vocali variegate ed espressive, seppur in qualche occasione leggermente troppo teatrali e distorte. L’approccio di Jankowski passa dai sussurri alle urla furiose, includendo tutto ciò che sta in mezzo, come ad esempio un canto caldo o, al contrario, aggressivo, applicando anche qualche effetto qua e là a rafforzare il significato delle parole. Le corde vocali dell’artista sono pienamente dedite a esprimere al meglio quanto contenuto nei testi, personali e introspettivi.

Anomalous è un disco che riesce a catturare abbastanza facilmente, grazie all’orecchiabilità e alla capacità del musicista di mettere i propri pensieri sotto forma di brani; eppure è necessario qualche ascolto per comprendere appieno il suo valore. Un bell’esordio per questo progetto e una conferma delle potenzialità di questo artista.

Facebook Comments