THE TRUE ENDLESS – Legacy Of Hate

 
Gruppo: The True Endless
Titolo: Legacy Of Hate
Anno: 2013
Provenienza: Italia
Etichetta: Aphelion Productions
Contatti: Sito web  Facebook  Youtube  Reverbnation  
 
TRACKLIST

  1. Admission Ov Khaos
  2. As Our Ancestors
  3. Perverse Vision
  4. Intermezzo
  5. Legacy Of Hate
  6. Listen
  7. Pursission
DURATA: 39:45
 

Attivi ormai da più di quindici anni e con alle spalle una nutrita discografia, i The True Endless sono a tutti gli effetti parte integrante della scena Black Metal italiana e uno dei capisaldi di un underground, quello piemontese, che nei passati lustri ha saputo sfornare parecchie gemme oscure. Il nostro solerte Akh. ci parlò, poco più di un mese fa e in termini molto positivi, del mini "In The Swamp": oggi è mio il piacere di potervi presentare "Legacy Of Hate", il nuovo parto dei novaresi, uscito in digi-CD limitato a mille copie tramite la Aphelion Productions.

Il sentiero intrapreso dai The True Endless è assolutamente chiarissimo, personale e indiscutibilmente genuino: la dimostrazione sta in quanto fuoriesce da pezzi come la traccia che dà il titolo al disco, "Admission Ov Khaos" e "Pursission". Le atmosfere evocate sono pregne di un'imponente e indomita fierezza di spirito che si manifesta tramite melodie e sprazzi vocali dal tratto quasi epico che, coniugandosi con la ruvidità di telluriche sezioni ritmiche, creano l'ideale ritratto di un universo oscuro ed estremamente orgoglioso della propria impenetrabilità. La proposta dei Nostri, pur palesando a più riprese la discendenza dall'inconfondibile lignaggio della turbolenta Norvegia che tutti ben conosciamo, in episodi come "As Our Ancestors" viene permeata da un certo alone svedese e nei momenti più fiammeggianti e sulfurei potrebbe ricordare alcune cifre stilistiche delle ultime uscite di casa Marduk. Non è però da sottovalutare come il binario compositivo torni molto spesso ad attraversare paesaggi più consueti per il Black Metal italico; tali sfumature, facilmente inquadrabili anche grazie al limitato utilizzo dell'idioma natio ("Listen"), danno libero sfogo a quel perenne senso di vigorosa potenza decaduta che colma il cuore con un rabbioso e sfrenato desiderio di libertà. Un brano come "Perverse Vision", svolgendo la funzione di ideale catalizzatore delle energie immesse nell'intero lavoro, è semplicemente magistrale nel dar vita a una dimensione oscura, illimitata, quasi aliena, quasi alienante, ribollente di una caustica morbosità concettuale e spirituale in cui è il fascino atavico di un inestinguibile ardore a reggere le sorti dell'insieme.

"Legacy Of Hate", tirando le somme, è dunque uno di quei prodotti di grande valore che si trovano incastonati tra le fitte maglie del caliginoso sottosuolo musicale: è uno di quei dischi di pregevole fattura che gli amanti del più verace Black Metal dovrebbero sicuramente possedere.

Sarete in grado di raccogliere il lascito di odio dei The True Endless?

Facebook Comments