TIDES FROM NEBULA – Aura

 
Gruppo: Tides From Nebula
Titolo:  Aura
Anno: 2009
Provenienza:  Polonia
Etichetta: Lou & Rocked Boys
Contatti:

Sito web  Facebook  Twitter  Youtube  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Shall We?
  2. Sleepmonster
  3. Higgs Boson
  4. Svalbard
  5. Tragedy Of Joseph Merrick
  6. Purr
  7. It Takes More Than One Kind Of Telescope To See The Light
  8. When There Were No Connections
  9. Apricot
DURATA: 46:53
 

I Tides From Nebula sono una realtà legata al movimento post-rock atmosferico proveniente dalla Polonia. "Aura" è il primo lavoro che la band ci regala, oltre quarantacinque minuti di sola musica destinati a rilassare e aprire le nostre menti verso una tranquillità che non appartiene alla nostra normalità quotidiana.

Questi sono i presupposti che danno vita alle nove tracce del disco, intime, delicate, ricche d'emozione senza cadere nel triste calderone del melenso, forniscono linfa vitale serena dopo magari aver avuto una giornata di lavoro stancante. Non vi sono strutture alquanto complesse, ma una profonda ricerca dell'interiorità musicale che affonda in un alternative che sa tanto di rock influenzato dal post. Citare realtà come Caspian, Explosion In The Sky e God Is An Astronaut miscelate con la vena più classica heavy forte dei suoi tratti più naturali e settantiani sembra quasi un obbligo morale.

"Aura" è un viaggio romantico attraverso la musica che si sdogana dalle etichette e dai generi per rendersi fruibile e alla portata di tutti riuscendo però a mantenere quell'espressività d'animo genuina e conquistando col passare delle note l'ascoltatore. Gli esempi più netti di tale crescendo repentino sono le prime due tracce "Shall We?" dalle movenze felpate quasi a nascondere il suono delle chitarre che d'improvviso riprendono forma in compagnia del piano, seguita da una "Sleepmonster" animosa molto meno riflessiva e più pompata, un vero e proprio contraltare.

Ciò che segue è una naturale conseguenza delle scelte mostrate nelle due canzoni citate antecedentemente, aperture infinite ad abbracciare l'universo e schitarrate pesanti a far crollare il cielo. "Tragedy Of Joseph Merrick" e "When There No Connections" ricoprono i ruoli delle altre vette artistiche insite all'interno del lavoro.

I Tides From Nebula sono una formazione completa? Non ancora, hanno una forma derivativa troppo ampia anche se non pochi sprazzi di lucidità personale appaiono chiaramente impressi nel suono e possiedono una capacità atmosferica che ho sinora riscontrato in pochissime formazioni del genere.

C'è un nome nuovo da seguire per chi come mezzo di viaggio usa abitualmente la musica, se vi piace la sperimentazione i Tides From Nebula sono da annoverare sul taccuino della vostra lista dei prossimi acquisti.

Facebook Comments