TONS – Musineè Doom Session, Volume 1

 
Gruppo: Tons
Titolo: Musineè Doom Session, Volume 1
Anno: 2012
Provenienza: Italia
Etichetta: Heavy Psych Sounds
Contatti:

Sito web  Facebook  Soundcloud

 
TRACKLIST

  1. Musineè Doom Session
  2. Once Upon A Tentacle
  3. Rime Of The Ancient Grower
  4. Tangerine Nightmare
  5. Ketama Gold
  6. At War With Yog-Sothoth
DURATA: 34:31
 

Lo sludge metal? Cattiveria allo stato puro, vomito sputato in faccia da un ubriacone stanco. Questo è l'album d'esordio dei torinesi Tons, che si affianca con piacere all'ultimo lavoro dei Grime, nonostante sia più orientato sullo stoner. L'uscita possiede un'atmosfera sinistra che mette in rilievo la sfrontatezza di band come gli Orange Goblin portata alla violenza dei Dopefight.

La produzione, in stile Bongzilla, è zozza ma fatta da qualcuno di mia conoscenza con le palle esagonali: un certo "Dano" dei Last Minute To Jaffna con i quali hanno anche diviso il palco più di una volta. Concretamente, i suoni sono spettacolari: la voce sembra sia stata strappata da una strega dopo uno stupro, le chitarre sono DOOOOOOOM, gonfie da far scoppiare i timpani, ma sanno essere anche stoner-psichedeliche e dannatamente vintage.

Tutto è ridondante, la batteria ti lancia certe mazzate da rimanere a terra e il basso (fondamentale in questo genere) comanda un esercito di bolle che vengono a galla su una pozza di melma. Cercare di analizzare quest'album nel dettaglio mi sembra una causa persa, le badilate di merda sono una più furiosa dell'altra e la genuinità delle composizioni è impressionante. I Tons si sono fatti una pera di Bongzilla, Weedeater, ed Electric Wizard per dieci anni; il disco trasuda così tanta roba da far felice qualunque appassionato del filone più sporco che ci sia.

Avvicinatevi a questo "Musineè Doom Session Volume 1"! Scoprirete che si tratta di un concept album sul Musineè, una montagna maledetta che si erge poco prima dell'ingresso nella Val di Susa (all'interno delle nostre terre piemontesi), le voci che si tramandano da molto tempo ormai parlano di apparizioni di demoni, streghe e oggetti volanti non identificati.

Paura? Non ne abbiate, pensate piuttosto ad acquistare una copia della produzione di questi talentuosi torinesi, non avete che da scegliere tra due versioni in vinile e un digipak CD.

Facebook Comments