TORTURED SPIRIT – Arkham Sanitarium

TORTURED SPIRIT – Arkham Sanitarium

Informazioni
Gruppo: Tortured Spirit
Anno: 2009
Etichetta: Bland Hand Records
Autore: Mourning

Tracklist:
1. Dagon’s Children
2. Walking The Wind
3. Horror Crept In
4. Arkham Sanitarium
5. 350 MYA
6. Into the Demiurge
7. It Comes from The Hills Or
8. Under Abbey Prinn’s House
9. The Isle

DURATA: 45:13

Secondo album per i tedeschi Tortured Spirit, “Arkham Sanitarium” si muove su coordinate classic doom che di più non si può, trae il sound da act quali Black Sabbath, Pentagram, Black Widow, punte di progressivismo qua e là a ravvivarlo e un’aurea esoterica che riporta al rock oscurantista dei Coven.
Una bella miscela che trasuda passione e devozione per le radici del genere, trasportate in note e a cui rendono tributo per tutta la durata del disco.
Se la personalità non è il punto forte della band (ma in certi casi poco importa), scorrendo le tracce si verrà avvilupati da un vortice di sonorità dai tratti grevi, ben composte e con una profondità espressiva spiccata che esalta i testi incentrati sui lavori di H.P. Lovecraft, che con l’aggiunta di incursioni brevissime di campionamenti orrorifici (avete presente gli Acid Witch e il loro “Witchtanic Hellucinations”? una versione più soft e old style) danno ancor più senso al titolo attribuito all’album.
Tralasciando la prima “Dagon’s Children” che per una prova vocale cantilenante/stramba ha bisogno d’esser assorbita dopo vari ascolti, il resto del platter fila che è un piacere facendo spiccare episodi quali: “Horror Crept In”, “Arkham Sanitarium”, “Under Abbey Prinn’s House” e la conclusiva “The Isle” che al cospetto di una durata superiore ai dodici minuti è piacevole e priva di attimi che ne facciano scemare il valore o tendano a far mollare la presa.
La band è molto istintiva nell’approccio alle canzoni e se questo da un lato è nota positiva, dall’altro vi è un songwriting che sicuramente può ancora maturare.
Un gran bel dischetto “Arkham Sanitarium”, chi è alla ricerca di formazioni che suonano doom di stampo prettamente classico non se lo lasci scappare, peraltro è in download gratuito sul sito della “Bland Hand Records”, non vi resta che cliccare e sarà vostro.

Facebook Comments