TOTALE VERNICHTUNG – Ritualmordlegenden

 
Gruppo: Totale Vernichtung
Titolo:  Ritualmordlegenden
Anno: 2014
Provenienza: Austria
Etichetta: Darker Then Black Records
Contatti:

Last.fm

 
TRACKLIST

  1. Nuklearpogrom
  2. Die Gasmaskenbildner
  3. In Grauenhaft
  4. Massengrablied
  5. Alles Geht Wieder Mit Rechten Dingen Zu
  6. Sturm Aus Dem Rauchfang
  7. Das Letzte Zertretene Glas
  8. Theologischer Genozid
DURATA: 39:15
 

Che cosa hanno in comune le accuse del sangue mosse contro gli ebrei nel corso dei secoli (secondo le quali avrebbero praticato rituali con sangue umano) e l'Austria? La risposta è semplice: Antimessiah. Lui e il suo progetto nato nel 2006, che vi descrissi come quasi orecchiabile, sono di ritorno dopo due anni di pausa creativa.

La quarantina di minuti d'impatto e senza fronzoli composti in quel di Vienna sanno intrattenermi piacevolmente, mentre la mia mente cerca il paragone con il lavoro precedente, "Feuerbestattung". Il tenore generale è restato all'incirca il medesimo: le ritmiche gloriose, squillanti, dinamiche e spesso veloci sono accompagnate da percussioni ancora, ahimè, elettroniche. Queste ultime sarebbero davvero da sostituire con un batterista in carne e ossa. La produzione lo-fi impasta fra loro gli strumenti e riduce notevolmente il godimento audiofilo.

Totale Vernichtung è un gruppo austriaco DOC, contrario alla conformità, che gioca tanto con le cadenze a volte quasi pop, nel senso ampio del termine, ridendosene dell'uniforme Black. Scopro col passare degli ascolti piccoli giochi ed esperimenti che portano un poco di freschezza nel disco, invitando l'ascoltatore a oscillare il capo seguendo il loro ritmo. Interpreto questi cenni come il risultato di una piccola evoluzione compositiva, voluta o meno, che fa capolino fra note divertenti, ma, per i conoscitori della formazione, soffocata da schemi già uditi nei lavori precedenti.

"Ritualmordlegenden" è gradevole all'ascolto, tuttavia mi pare che gli manchi una direzione precisa. Forse ciò è dovuto alla filosofia dell'artista che mette il divertimento e il gusto di comporre in primo piano, infischiandosene del progresso e rinunciando a un'evoluzione fine a se stessa. Se il lettore preferisse l'ascolto di Black Metal canonico, gli consiglio di ascoltare in rete un assaggio dei Totale Vernichtung, prima di acquistare il disco.

Facebook Comments