TOTGEBURT – Asche Unter Meiner Haut

 
Gruppo: Totgeburt
Titolo:  Asche Unter Meiner Haut
Anno: 2008
Provenienza:   Svizzera
Etichetta: Anti Earth Campaign
Contatti:

Myspace

 
TRACKLIST

  1. Der Geist Im Nebel
  2. Tirade: E.N.Z.
  3. Überall Schlangen
  4. Alea Iacta Est
  5. Irrwege Und Pandaemonien
  6. Kreuze Brechen
DURATA: 59:23
 

Osservando il prodotto in sé, é chiaro che si tratta di un figlio dell’underground e limitato a poche copie. La copertina è elaborata in maniera semiprofessionale, così come la stampa sul CD-R. È altrettanto chiaro che mi trovo di fronte a un musicista che vuole intavolare un lavoro originale. Aprendo il libretto, vedo immagini lontane dall'ispirare felicità: embrioni in bianco e nero, che ricordano il nome dell’artista. Totgeburt significa “nato morto”.

Il concetto si muove attorno alla pazzia, credo. Invece dei nomi degli artisti troverete quelli dei pazienti T (Totgeburt), i parenti (session), i membri del consiglio di direzione del sanatorio, eccetera.

Questo dischetto offre circa un’ora d’incubo sottolineato dalla voce straziante di T. I pezzi, legati l’uno all’altro, raccontano una storia che potrebbere uscire dalla mente di un serial killer. Le singole tracce sono impregnate di Doom, con rari passaggi più veloci e che potrebbero piacere anche a un pubblico amico di generi più ostici. Mi è stato detto che il lavoro contenga influenze Burzum, ma visto che conosco poco questo artista, lascio a voi giudicare. Fatto sta che Totgeburt tenta la spaccata fra diversi generi e influenze, con successo secondo me. Questo disco rappresenta un buon lavoro nella gamma Black-Ambient svizzera, anche se lontano dal livello dei capolavori firmati Darkspace.

Consiglio questo disco a tutti coloro che adorano musica oscura con un tocco asociale.

Facebook Comments