TOWARDS GLOBAL HOLOCAUST / CHRIST DISMEMBERED – Upon Firmaments Of Sacrilege And Genocide

TOWARDS GLOBAL HOLOCAUST / CHRIST DISMEMBERED – Upon Firmaments Of Sacrilege And Genocide

Informazioni
Gruppo: Towards Global Holocaust / Christ Dismembered
Anno: 2009
Etichetta: Disease Foundry Recordings
Contatti: www.myspace.com/towardsglobalholocaust
Autore: Mourning

Tracklist
Towards Global Holocaust
1. Holocaust SS
2. Issuing Forth The Decree Of Blood And Fire
3. Burning the Ashes
4. In The Gathering Gloom They Shall Fall And Burn Christ Dismembered
5. The Chambers Of Decay
6. Dismembered Christ
7. Summoned From Infernal Crypts

DURATA: 29:30

Split che vede due realtà statunitensi unire le forze, dalla Virginia arrivano i Towards Global Holocaust già recensiti sul nostro sito con l’Ep d’esordio “Ever Onwards…”, dal Texas i Christ Dismembered solo project di Grimlord compagno del batterista/cantante Blaash dei primi citati nei Bahimiron.
L’inizio spetta ai Towards, quattro tracce di cui due estratte proprio dal debutto, parlo delle centrali “Issuing Forth The Decree Of Blood And Fire” e “Burning The Ashes”, che con le rimanenti di pari numero completano l’esibizione dedita alla pura follia.
Sì perché le canzoni sono delle prove che vanno totalmente fuori di testa almeno per quanto riguarda le linee vocali dilanianti, insanità mentale allo stato puro supportate da basi che affondano nel black/thrash più sparato e marcio le loro radici.
“Holocaust SS” non fa che confermare e mantenere l’attitudine battagliera e priva di fronzoli che il duo si è cucito addosso come simbolo di fedeltà allo stile rozzo che intende interpretare, è con “In The Gathering Gloom They Shall Fall And Burn” che arriva un cambio netto di ritmi e d’approccio inaspettato.
Lenta, trascinata, con brevi assoli inseriti al suo interno e un lavoro di chitarra più elaborato con una sei corde pulita che contrasta il riffing distorto, qualcosa di decisamente diverso rispetto al materiale sin qui ascoltato.
Tocca adesso ai Christ Dismembered percuotere l’aria, il progetto è di quelli nudi e crudi, la registrazione è però alquanto bassa come volumi e impastata, le ridondanze oscure sono massicce ma arrivare al nocciolo dei brani è dura, purtroppo la produzione non aiuta le tracce per nulla.
Esprimono una dose di violenta irruenza sia “The Chambers Of Decay” che “Dismembered Christ”, hanno tiro e sentore omicida ma non esplodono appiattite da una carenza strutturale del sound palese.
Lo split mostra due facce e realtà che per quanto dedite entrambe a un assalto sonoro con coordinate black hanno scelto strade e soluzioni differenti, c’è del buono ma se i Towards possono già guardare alla stesura di un full forti dei progressi fatti, Grimlord invece, se è questo il sound che vuole mantenere, non so dove possa puntare o andare a parare, forse i maniaci del war potrebbero farci un pensiero su per l’ascolto, nessun altro in genere.

Facebook Comments