TROLLBAND – In The Shadow Of A Mountain

 
Gruppo: Trollband
Titolo:  In The Shadow Of A Mountain
Anno: 2011
Provenienza:  Canada
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Facebook  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Fire And Ash
  2. Nidhoggr
  3. Heathen Blood
  4. In The Shadow Of A Mountain
  5. Warhellride
  6. Regicide
  7. The Return
  8. We Live
  9. (untitled)
DURATA: 39:34
 

I Trollband sono una formazione canadese nata nel 2007 e "In The Shadow Of A Mountain" è il loro album di debutto. Il duo composto da Sam Levitt e Matt Courtemanche propone un folk/black fortemente incline al sinfonico, un miscuglio di suoni che porta a galla nomi della scena tedesca, finnica e ucraina. Sono soprattutto le atmosfere, le incursioni acustiche e certi fraseggi melodici che fanno intro e ponte alle partiture di batteria, spesso ritmicamente veloci ma non esasperate, a far sì che gente come i Kroda e i Suidakra per quanto distanti fra loro trovino per un momento attimi in comune.

Certo è che un pezzo come "Nidhoggr" sembra uscito dai veri Dimmu Borgir sia per riffato che stampo delle melodie tastieristiche usate per tessere il tappeto di compagnia. I norvegesi sono presenti, e parecchio, all'interno dell'uscita che si mostra alquanto sfaccettata mostrando una passione per le sonorità tendenti all'heavy, non tralasciando sferragliate thrash, una commistione di stili che alle volte sembra disperdere l'interesse, ma che, se assimilata, si rivela essere un'arma fra le più intriganti del songwriting in dote ai Trollband.

Fucilate in corsa come "Heathenblood", adornata dal suono del flauto, l'ancestrale "In The Shadow Of A Mountain" con voce e cori usati e sviluppati in maniera scura e narrante — è la storia su cui il disco ruota, vi consiglio di seguirne passo passo lo scorrere, la lettura del testo aumenta di molto l'intensità con cui assume forma — e canzoni che alternano pathos e silvestre cattiveria quali "Regicide" mantengono alto l'interesse.

Le caratteristiche classiche del folk diventano più nere o vibranti bianco neve assecondando la rabbia e la voglia di esplorazione che la formazione si intestardisce nel realizzare e, se l'aspetto battagliero e in alcuni casi ferale del riffato è già di per sè nota positiva, l'impostazione del drumming dinamico e incalzante, pronto a sorreggere lo spirito delle tracce nel loro mutevole incedere, è altro punto che gioca decisamente a loro favore.

"In The Shadow Of A Mountain" troverà riscontri di sicuro fra gli appassionati dello stile, non escluderei però, data la sua attitudine lontana anni luce dall'invocare stupide ballate da saltimbanco o canzoncine da cartone animato, il poter riscuotere consensi anche fra chi ama il sinfonismo e il black melodico i Trollband sono decisamente bravi e di molto sopra i valori espressi da colleghi più rinomati, da seguire.

Facebook Comments