UNBEING – Raptus

 
Gruppo: Unbeing
Titolo:  Raptus
Anno: 2014
Provenienza: Canada
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Sito web  Facebook  Soundcloud  Youtube  Bandcamp  Reverbnation  Myspace

 
TRACKLIST

  1. Rapture
  2. Batterie Faible
  3. Tetris Rufus
  4. 2nd Cup
DURATA: 19:56
 

Ogni tanto ti capitano le sorprese, ma difficilmente te le aspetti da un EP. Gli Unbeing, dopo un primo disco eponimo uscito nel 2011, e dopo svariati cambi di formazione, quest'anno hanno deciso di rilasciare una prova breve per ricordare che sono ancora vivi e vegeti a fan e amanti del progressive metal. Nonostante l'assenza di pareri sul primo album nel nostro sito, a un rapido ascolto posso senza dubbio affermare che qualità e arguzia compositiva sono rimaste intatte.

Il quartetto di ragazzacci canadesi, infatti, si diverte a creare sperimentazioni sonore in cui chitarra e organetto si alternano in momenti più o meno ritmati. "Raptus" è composto da quattro tracce (il quattro è un numero ricorrente nell'album), le quali però risultano unite sonoramente, come a offrire un continuo musicale, un'esperienza unica. Non solo, l'idea del filone sonoro compatto è ulteriormente sottolineato dall'assenza di una netta separazione tra i brani: questi non rispettano alcuna struttura fissa, anche per via della mancanza di linee vocali, lasciando libero sfogo a personalismi tra gli strumenti prima citati.

Difficile quindi valutare singolarmente i pezzi: nei venti minuti scarsi presentati, l'ascolto vola rapido e leggero, con situazioni a tratti fusion. In più, non mancano momenti in cui i passaggi più ritmati si confondono in assoli di organetto e batteria più sostenuti. Tra questi trovano spazio pochi, ma convincenti, monologhi di chitarra (in "2nd Cup"), per quanto sia riduttivo voler trovare un ordine nella composizione dei canadesi.

Decisamente un'ottima prova che fa ben sperare per il secondo album. Aspettiamo fiduciosi!

Facebook Comments