UNITÀ DI PRODUZIONE – Abisso

 
Gruppo: Unità Di Produzione
Titolo: Abisso
Anno: 2018
Provenienza: Italia
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Sito web  Facebook  Twitter  Google Plus  Soundcloud  Youtube  Bandcamp  Reverbnation

 
TRACKLIST

  1. Amami, Macchina
  2. Abisso
  3. Fisso
  4. Medusa
  5. Annibale
  6. Dizione E Disciplina
  7. Raffinatezze
  8. Deserti
  9. Giù La Testa!
  10. Intenti
  11. Schiacciasassi
  12. Azzardo
DURATA: 43:05
 

Prima di cominciare a parlare di "Abisso", una breve introduzione: Unità Di Produzione è un gruppo emergente di Bergamo, fondato come quartetto verso la fine del 2014. Dopo l'intrigante EP di esordio "Monolite" pubblicato nel 2016, la formazione diventa un trio e si sposta verso un immaginario, se possibile, ulteriormente distorto e oscuro. Questa trasformazione si concretizza nella creazione del primo album, per l'appunto "Abisso", uscito proprio questo mese.

Gli Unità Di Produzione — da ora in avanti UdP — si presentano con professionalità fin dalla veste grafica, con la copertina decorata da eleganti meduse luminescenti su sfondo nero, un benvenuto nell'abisso in grande stile. Il trio conosce benissimo la scena musicale italiana degli ultimi trent'anni e non manca di dimostrarlo: sono evidenti i rimandi a leggende come Marlene Kuntz, CSI ("Schiacciasassi"), addirittura Massimo Volume in certi frangenti ("Annibale").

Sono ormai alcune settimane che il disco mi accompagna sulle strade della provincia (e anche in giro per la Lombardia), probabilmente lo scenario ideale e, in un certo senso, la rappresentazione fisica dell'abisso del titolo. Le parole e le atmosfere costruiscono fin dall'inizio ("Amami, Macchina") un mondo à la Matrix, in cui umani e macchine sono intrecciati in una relazione complicata e apparentemente inscindibile. Sostanzialmente, il nostro.

L'opera di Ghisleni, Ghiselberti e Meneghello è compatta e consistente, lascia poco spazio all'estremismo sonoro (fatta eccezione per lo sfogo di "Dizione E Disciplina") e procede con precisione e attitudine, per l'appunto, quasi industriali. Tra le altre cose, segnalo i contributi vocali di Viky Rubini e Serena Caponera, ad aggiungere ulteriori strati interpretativi al prodotto del trio lombardo.

Per quanto mi riguarda, "Abisso" è la prima bella sorpresa del 2018, arrivata tra l'altro proprio a ridosso dell'inizio dell'anno del Cane. Con un album di debutto così, non nascondo un discreto interesse per le prossime mosse dell'Unità Di Produzione.

Facebook Comments