UNLEARNED – Pestilence From The West

 
Gruppo: Unlearned
Titolo:  Pestilence From The West
Anno: 2010
Provenienza:   Germania
Etichetta: Ecocentric Records
Contatti:

Myspace

 
TRACKLIST

  1. Pestilence From The West
  2. Kung Fucious
  3. Outnumbered
  4. Disneuf
  5. Primitive League
  6. Disconsolate
  7. Shortcut
  8. Doomed To Failure
  9. Quick Erase
  10. Another Mathdestruction
  11. Hanoi
  12. Delirium Tremens
  13. BulletBelt
  14. Emotional Blunting
  15. Special Asshole
DURATA: 19:27
 

Il crust è uno dei miei bambini cattivi preferiti. Senza formazioni come i Discharge il mondo metallico avrebbe un aspetto totalmente diverso oggi.

La Germania ha indiscutibilmente una grande cultura di radice punk immensa. Non c’è un ramo che non sia coperto da questo paese. Non entro in dettaglio per evitare di politicizzare il testo.

Trovai il CD qui presentato durante un raduno in Svizzera. La copertina mi ricorda i classici del punk come i Dead Kennedys con i suoi "collage" politicamente critici e scorretti. Il libercolo si limita al contenuto di un citato di William Blake, alla tracklist e ai contatti. Il motto presentato sul retro, "Stay pissed" (resta incazzato), la dice lunga sulla posizione d’idee della formazione.

Cosa mi aspetto da un disco crust? Io voglio D-Beat, rabbia, riff semplici, veloci e tanta sporcizia.

Appena il CD è inserito nel lettore e comincia a ruotare, sono investito da una massa di riff proprio come me li aspettavo. La voce (due cantanti?) copre diverse tonalità estreme, passando dallo scream alle tonalità gutturali tipiche dei mitici Raw Noise. Trovo piacevoli i cambiamenti di ritmo inseriti nelle piste. Questi rendono interessante l’ascolto in un genere tanto semplice in cui è difficile da gestire la composizione per renderla appetibile al pubblico. Uno dei pezzi chiave secondo me è "Disneuf" che risalta grazie ai giochi di voce e ai differenti cambiamenti di ritmo.

Non mi occupo da anni di questo stile. Il sottoscritto non è in grado e non vuole giudicare "Pestilence From The West" ma ritiene che il lavoro, nonostante la sua corta durata, sia di valido ascolto e in grado di divertire gli appassionati di crust.

Facebook Comments