VANITY BLVD – Wicked Temptation

VANITY BLVD – Wicked Temptation

 
Gruppo: Vanity Blvd
Titolo:  Wicked Temptation
Anno: 2014
Provenienza:   Svezia
Etichetta: Noisehead Records
Contatti:

Sito web  Facebook Twitter

 
TRACKLIST

  1. Dirty Rat
  2. Miss Dangerous
  3. Do Or Die
  4. Hot Teaser
  5. Had Enough
  6. Soulshaker
  7. Scream Out
  8. Thrills In The Night
  9. Falling Down
  10. Desperate Heart
  11. Dirty Action
DURATA: 46:58
 

Il Rock è un mondo caratterizzato da mille sfaccettature, può essere duro, chiassoso, acido, dolce, ammaliante, suadente e chi più ne ha ne metta. Non è sempre facile mettersi in discussione, proponendo un album che mescoli al suo interno più facce, dalla Svezia però giungono a noi i Vanity Blvd (Boulevard) che sembra abbiano trovato il giusto modo ed equilibrio per confezionare un secondo lavoro con i fiocchi.

La formazione scandinava si rifà pesantemente al glam e all'hard rock anni Ottanta, le prove sono disseminate lungo tutto l'arco di durata di "Wicked Temptation" e ne veniamo investiti già con l'apertura affidata a "Dirty Rat", che sa tanto di Motley Crue. La partenza è in quarta, il brano tiene il ritmo serrato e viene seguito da una "Miss Dangerous" che non molla la presa.

Strumentalmente la band funziona alla perfezione: il riffato e i solismi di Traci Trexx sono un'arma affilata, sempre pronta a mettersi in mostra, e li potrete apprezzare a più riprese; il chitarrista si adatta alla grande sui coinvolgenti regimi del motore dati dall'accoppiata basso e batteria composta da Pete Ash e Gebb; ve li godrete tremendamente sia in "Had Enough", una sorta di semi-ballata dalla doppia faccia, che nella successiva "Soulshaker", la quale stilisticamente potrebbe ricordare Miss Lita Ford.

I Vanity Blvd si divertono, sono scatenati, ma tassativamente non si sarebbero potuti esimere dal presentare in scaletta almeno una vera e propria ballata: "Falling Down" ricopre egregiamente il ruolo. Il fascino insito nel pezzo è malinconico, tuttavia capace di lasciare stampato in volto un sorriso di soddisfazione, poiché l'energia positiva che scorre all'interno di "Wicked Temptation" pare ammantarlo. Infine per chiudere in bellezza questa carrellata ottantiana ci vien fatta una gradevole iniezione di adrenalina tramite la sporca e trascinante "Dirty Action", che potremmo considerare quale suo ideale contraltare.

Gli svedesi hanno fatto un bel centro, la loro musica è perfetta per svagarsi, per lasciarsi dietro le spalle una giornata andata male, per allenarsi in palestra, uscire con gli amici a fare baldoria o durante un viaggio in macchina. Tenete quindi il volume alto e preparatevi a cantare seguendo la voce della cantante Anna Savage… e Rock on!

 

Facebook Comments