VENOMOUS MAXIMUS – MMIX MMXI | Aristocrazia Webzine

VENOMOUS MAXIMUS – MMIX MMXI

Informazioni
Gruppo: Venomous Maximus
Titolo: MMIX – MMXI
Anno: 2012
Provenienza: U.S.A.
Etichetta: Cutthroat Records
Contatti: myspace.com/venomousmaximus
Autore: Mourning

Tracklist
1. The Mission
2. The Rider
3. The Gift
4. Wicked Ways
5. Give Up The Witch
6. The Living Dead

DURATA: 26:29

VENOMOUS MAXIMUS - MMIX MMXI È notevole quanto lo stato del Texas abbia dato alla musica, quante band famose potremmo citare provenienti da lì? Per restare nel più classico mondo metal Solitude Aeturnus e Pantera sono fra i primi nomi che vengono in mente.
Da Houston si aggiungono alla schiera di act da ricordare, seguire e comprare i Venomous Maximus, la formazione di recente nascita (2010) ha sinora prodotto due ep, “Give Up The Witch” e “The Mission”, che ho ricevuto sottoforma dell’ultima uscita “MMIX – MMXI” che li raccoglie entrambi.
Il sound del quartetto composto da Greg Higgings (voce e chitarra), Christian Larson (chitarra), Travis Biles (basso) e Bongo (batteria) è un’orgia rock/metal doom oriented. Immaginate di avere un bel frullatore, aprite la dispensa e tirate fuori quest’ingredienti: Blue Cheer, Black Sabbath, Pentagram, Motorhead, NWOBHM, The Sword e High On Fire, quale potrebbe esserne la risultante se non un orgasmo puro?
Solo sei tracce, ancora peraltro non completamente mature, si percepisce il fatto che i Venomous Maximus stessero ancora cercando la strada più convincente motivandosi con cambi d’umore e di sonorità improvvisi. Il carattere dei pezzi sa essere scuro e pesante quanto coinvolgente e imprevedibilmente conscio di voler avere in suo possesso un angolo da trip a supporto come se la spinta dell’ heavy, del rock, delle pulsioni doom e delle combinazioni atmosferiche confluisse in una dimensione che si sta allargando nel tentativo di acquisire l’aspetto a lei più consono, ci manca davvero poco.
È una proposta che gasa, ha il sapore di tante realtà note riuscendo però ad avere un retrogusto personale, c’è sempre qualcosa, sia un coro, l’uso della voce sdoppiata o la cadenza con la quale le venature blues e rock diventano prominenti nel sound, che la rende soggetto d’ascolto che rapisce e ne favorisce il suo crescere giro dopo giro nel lettore.
Si notano anche le differenze compositive fra le prime quattro tracce contenute in “The Mission” e le ultime due antecedentemente inserite in “Give Up The Witch”, queste utilizzano una formula più “standard” ma che esibisce un’efficacia e una carica da primi della classe.
Difetti? Onestamente per ciò che amo, il complesso d’ influenze, di suoni e di espressioni racchiuso in questo “MMIX – MMXI” è quanto di meglio ci si possa attendere da una band alle prese con la propria entrata in scena. Ovviamente c’è qualche punto che potrebbe avere dei riscontri alterni, penso al cantato di Gregg che definirei “rudimentale” nell’approccio, d’altro canto però il musicista è bravo nel non fissarsi su metriche basilari inserendo dei momenti al limite col parlato, ridendoci su in maniera malevola, sfoderando un discreto fascino sinistro atto a fornire quel “pepe” che serve a garantire carisma alla prestazione, ascoltate “The Rider” e “The Gift” più volte per entrare in contatto con il suo modo di porsi.
I Venomous Maximus sono una di quelle sorprese che ti riempiono la giornata e dalle quali ti auguri un’uscita di rilievo a breve, è più che logico dopo avervene scritto in tali termini positivi che l’attesa per il debutto in full-lenght sia per il sottoscritto ai massimi livelli, chissà che dopo l’ascolto di “MMIX – MMXI” non lo diventi anche per voi?
Oltre questa versione cd contenente i due lavori, per gli amanti del vinile, è possibile reperire in formato 7″ “Give Up The Witch” e in 12″ “The Mission”, tutte le loro produzioni sono state rilasciate dalla Cutthroat Records e sono reperibili direttamente sullo store della band: http://venomousmaximus.bigcartel.com/.