VINTUNDRA – Urnacht | Aristocrazia Webzine

VINTUNDRA – Urnacht

Informazioni
Gruppo: Vintundra
Anno: 2011
Etichetta: Autoprodotto
Contatti: www.myspace.com/vintundra
Autore: Mourning

Tracklist
1. Das Heulen Der Dämonen über Der Wüste Von Thule
2. Havtrollens Hämnd
3. Namathia
4. Die Wiederkehrenden Geister Der Ehrlosen Toten Am Fuße Des Berges Der Morgendämmerung

DURATA: 24:11

VINTUNDRA - Urnacht I Vintundra sono una band tedesca formatasi di recente, il quartetto composto da Marvin (batteria), Martin e Met (chitarre), Jan (basso) e Kevin (voce, membro unico del progetto Ravenfrost) ha da poco rilasciato il primo demo autoprodotto intitolato “Uhrnacht”.
Siamo ancora lontani dagli standard che portano avanti il mondo metallico odierno, il sound fortemente influenzato dallo stile scandinavo, adornato da ampie aperture folk (“Namathia” su tutte) possiede dei buonissimi spunti di partenza, i brani sembrano esser usciti fortunatamente dal periodo d’oro del genere, l’inizio degli anni Novanta, tempi in cui compattezza granitica e naturalismo andavano di pari passo nelle lande del nord, soprattutto nell’allora fiorente scena svedese.
Ventiquattro minuti che narrano di gesta norrene e si dilettano a estendere la propria voglia di mitologia a culture anche distanti quali la sumerica e l’egizia, incanalate in una rappresentazione fiera e possente, battente e irruente ma sempre disposta a trovare il modo di offrire spazio all’acustica, è così che scorrono “Das Heulen Der Dämonen über Der Wüste Von Thule” e “Havtrollens Hämnd” che pur non brillando sempre di luce propria donano all’ascolto sensazioni positive.
Purtroppo a penalizzare il complesso è la produzione deficitaria, i volumi non perfettamente equilibrati, chitarre che mancano di spessore, punto assolutamente da rivedere se si vuole dare una forma professionale a quanto si è composto, il che sarebbe meritato date le intenzioni facenti intravedere del buono.
E’ più che discreto l’apporto fornito dietro il microfono dal growl di Kevin, bravo nelle situazioni più evocative con l’impostazione del pulito/recitato.
Tirando le somme i Vintundra possiedono i numeri per rilasciare musica interessante, c’è da affinare e studiare al meglio le soluzioni che daranno corpo alla via intrapresa, per ora v’invito a dare un ascolto al demo “Urnacht” attendendo che la band ci consegni fresche novità sulle migliorie apportate al suono e alle composizioni magari con un full, vedremo.