VISCERAL EVISCERATION – Incessant Desire For Palatable Flesh


Informazioni
Gruppo: Visceral Evisceration
Anno: 1994
Etichetta: Napalm Records
Autore: Leonard Z666

Tracklist
1. (I Am) Enamoured Of Dead Bodies
2. At the Epicurean Gynaecologist
3. Muse Perverse
4. Knee Deep in Blood I Wade
5. Chewing Female Genital Parts
6. Tender Flesh On The Bier
7. Gangling Menstrual Blood-Broth For Supper

Attirato da recensioni superlative sulle riviste del periodo, mi catapultai ad acquistare il cd di questa band austriaca al suo debutto. Rimasi stupito dalla copertina, dalla grafica e dalla lyrics, ma sulle recensioni non c’era scritto che era un album di death metal misto a doom? Oramai il clichè, già presente in quegli anni, prevedeva che una band sullo stile My Dying Bride & company parlasse di struggimento, dolore, tristezza eccetera, non di sbudellamenti, necrofilia e simili! Invece mi trovai per le mani un cd con copertina censurata che sembrava un album dei Carcass. Al primo ascolto rimasi di nuovo spiazzato da una serie di canzoni del tutto sconvolgenti: cantato death, riff e assoli melodici, voce femminile lirica (3 anni prima dei Nightwish… occhio, ragazzi), pezzi col doppio pedale, ritmi sostenuti che si alternano a ritmi lenti. In definitiva un perfetto connubio tra il death metal austriaco (Pungent Stench, Disatrous Murmur, Disharmonic Orchestra) e la melodia del doom, per un prodotto fresco e mai sentito. Insomma, una botta allucinante. Purtroppo il gruppo, dopo questo gioiello, ha cambiato nome e si è miseramente sciolto. In compenso ci ha lasciato un album (sottovalutatissimo dai più) che trascende i generi e che va a piazzarsi tra i prodotti più originali presenti nella mia collezione. Chiaramente ci sono delle pecche: il cantato pulito che stona in alcuni punti, i pezzi che sembrano registrati in presa diretta con sbavature annesse (ma questo per me è un difetto minore, preferisco la spontaneità degli sbagli all’asetticità delle produzioni moderne). “Incessant Desire For Palatable Flesh” è stato ristampato dalla Napalm Records nel 2002, quindi dovrebbe essere ancora reperibile. Compratelo, sciocchi!

Facebook Comments