Vollmond - Wolves In Turmoil

VOLLMOND – Wolves In Turmoil

Gruppo:Vollmond
Titolo:Wolves In Turmoil
Anno:2021
Provenienza:Italia
Etichetta:Drakkar Productions
Contatti:Facebook  Youtube  Bandcamp
TRACKLIST

  1. Wolves In Turmoil
  2. And With Darkness It Rises
  3. Of Spiritual Oblivion
  4. The Torment Of Repulsion
  5. Obedience
  6. Unrelenting Dimness Profound
DURATA:33:53

Nella cultura popolare, lupi e Luna piena vanno praticamente a braccetto: una delle immagini più poetiche che possano venire in mente è proprio quella di un branco di questi canidi che ulula in una radura, illuminato soltanto dalla luce lattiginosa del satellite più vicino alla Terra.

Di questo immaginario sembra nutrirsi la copertina di Wolves In Turmoil, che rappresenta il capitolo più recente della produzione artistica di casa Vollmond, trio mantovano formatosi nei primi anni 2000 e giunto ora alla terza uscita discografica. Fanno parte di questo progetto nomi già attivi all’interno di altre band che potrebbero far suonare più di un campanello nella testa di chi segue la scena italiana: infatti vi troviamo Peter dei Blaze Of Sorrow, Nefastvm degli Einsamtod e A. Mond, che oltre a far parte degli Impious Vesper (insieme allo stesso Nefastvm) in passato è stato membro degli Avoid The Light.

Wolves In Turmoil ci fa dimenticare che le coordinate geografiche di riferimento sono quelle del mantovano, sfoderando sonorità oscure e glaciali che ci portano, piuttosto, alle più fredde latitudini delle foreste scandinave. Si parte dalle atmosfere sinistre evocate dal preludio simil-ambient della title track, che introduce il disco e rivela ben presto come il black metal proposto dai Vollmond sia assai variegato. A mio avviso, la prima parte della scaletta rivela una certa vicinanza ai Dimmu Borgir dei tempi di For All Tid e Stormblåst, i Nostri però preferiscono puntare sulla melodia a livello di riffing chitarristico piuttosto che sulle tastiere, utilizzandole in alcuni passaggi ben circoscritti e piazzati esattamente al momento giusto; oltre all’intro di “Wolves In Turmoil”, una brillante testimonianza è data da “Of Spiritual Oblivion”, che prende un andamento quasi sacrale grazie alla voce pulita che mi ha ricordato, per certi versi, i Sulphur Aeon. Le tracce che seguono “Of Spiritual Oblivion” ci mostrano degli interessanti incastri di melodie che si interrompono e si rincorrono, in un fluido alternarsi di passaggi demoniaci e marziali, a cui si contrappongono sezioni acustiche molto interessanti e la sensazione costante di non essere di fronte a un disco black statico, ma a un’entità sonora che evolve di pari passo con la capacità di catturare l’ascoltatore, facendo sì che i quasi 34 minuti del disco non vengano semplicemente percepiti, bensì direttamente aspirati dallo scorrere del tempo.

L’ascolto prolungato di questa opera dei Vollmond lascia pochi dubbi sul verdetto finale: nonostante manchino ancora diversi cicli lunari alla fine del 2021,  Wolves In Turmoil è un titolo che annovererei volentieri fra le uscite meritevoli fiorite sul suolo italico nel corso di questi mesi, nonché una colonna sonora che consiglio vivamente di tenere in considerazione per le serate di Luna piena, dove non c’è altra fonte di illuminazione che gli astri.

Facebook Comments