VOMEPOTRO – Liturgy Of Dissection

 
Gruppo: Vomepotro
Titolo:  Liturgy Of Dissection
Anno: 2009
Provenienza:  Brasile
Etichetta: Sevared Records
Contatti:

Facebook  Bandcamp  Reverbnation

 
TRACKLIST

  1. Incorruption
  2. Cephalic Fast Food
  3. Defaced By Pestilence
  4. Buried In Collective Grave
  5. Assassin Psycopath
  6. Liturgy Of Dissection
  7. Horror Humanufature
  8. Carnivore Necropsy
  9. Posmortiis Rectaliation
  10. Mass Hypnosis [cover Sepultura]
  11. Dominate [cover Morbid Angel demo version] 
DURATA: 36:52
 

Dal Brasile spietati più che mai i Vomepotro ci presentano "Liturgy Of Dissection", se è vero che la formazione è sudamericana il suono non rispecchia i canoni della terra natìa attingendo a piene mani dalla brutalità americana. La Sevared Records riconosciuta la bontà della proposta s'incarica di produrre il disco e conoscendo l'etichetta gli appassionati della violenza sonora saranno già riconoscenti.

Cosa aspettarsi dunque? Lanceremo on air un pugno diretto in faccia, slam/death condito con qualche accenno tecnico/melodico che non dispiace. L'album si sviluppa compatto, veloce e frantumaossa grazie a un lavoro di guitarworking particolarmente ispirato, una solistica che incastra soluzioni efficaci e ficcanti, la prova vocale massiccia e macinante che a tratti ricorda uno scarico del lavandino, rumore che ben si accosta alla musica eseguita.

"Buried In Collective Grave" così come la successiva "Assassin Psycopath" possiedono riff killer che vi trapasseranno le carni, la titletrack, "Liturgy Of Dissection", è il classico brano di spinta, nulla di particolare, ma indovinato, mentre l'accoppiata composta da "Defaced By Pestilence" e "Horror Humanufacture" coniuga la brutalità, matrice del suono Vomepotro, con scelte melodiche che non ne fanno comunque diminuire la furia impressa alle note e ne particolareggiano l'andare.

Non mancano le due chicche conclusive che, non aggiungono nè tolgono valore al complessivo operato della band, ma dilettano. Il gruppo si cimenta nel riproporre hit del passato come "Mass Hypnosis" dei Sepultura e "Dominate" dei Morbid Angel dando loro una propria esposizione e soprattutto evitando di deturparle.

La produzione ha come unica pecca il suono di una batteria che sembra alle volte plastificato, probabilmente amanti di gruppi come i Devourment non lo troveranno difficile da digerire.

"Liturgy Of Dissection" è un album che va preso per com'è: pochi difetti, tanta sostanza e assalto sonoro annesso, i brasiliani han fatto centro.

Facebook Comments