VUOHI – Witchcraft Warfare

 
Gruppo: Vuohi
Titolo: Witchcraft Warfare
Anno: 2014
Provenienza: Finlandia
Etichetta: Pavitra Kunta Productions
Contatti:

Facebook  Soundcloud

 
TRACKLIST

  1. The Rain
  2. Witchcraft Warfare
  3. Pissing O.T.N.E
  4. Arsonist Dreams
  5. Isotope Annihilation
  6. Cathedral Of Runes
  7. ZiT
DURATA: 27:00
 

La tradizione dei demo prosegue con i Vuohi che — a quanto pare — non sono ancora pronti per dar vita al loro primo album e allora dopo averci dato in pasto "Total Noise Chaos", "The Rising Era Of Goat" e lo split con i Gasmask Violence "Hatred United" tirano fuori una tape con materiale composto dal bassista Raaka e registrato nel periodo che va dal 2012 al 2013. Cassetta a cui è stato dato il titolo di "Witchcraft Warfare".

La coerenza e la voglia di estremo sempre e comunque portate avanti dal quartetto finnico sono le armi principali in possesso di una proposta che è rimasta perlopiù affine a ciò che si era potuto udire nelle uscite precedenti. Si ha quindi a che fare con sette pezzi all'interno dei quali vengono miscelati con assoluto impeto grind, death, punk, varianti thrash e situazioni annerite, dove l'apocalisse cocente e il gelo dell'inverno nucleare si fondono, prendendo spunto — fra i tanti — dalla radice-influenza degli Impaled Nazarene di Mika Luttinen.

Purtroppo sia il loro profilo Facebook che quello Soundcloud sono poco aggiornati, alquanto scarni e l'unico brano messo a disposizione di quest'ultimo lavoro è la canzone che gli dà il nome; brano con il quale potreste quantomeno farvi un'idea abbastanza chiara su cosa e come suonino. Nel caso ciò non bastasse, potreste comunque approfondire la conoscenza affidando l'udito a un paio di vecchi episodi rintracciabili su Youtube.

Il metal rabbioso e guerrafondaio dei Vuohi di "Witchcraft Warfare" si rivolge esclusivamente a chi ascolta assiduamente prove dai tratti ruvidi e nelle quali il compromesso non trova posto, dove il gradito fruscio del nastro dona all'esperienza quell'ulteriore tocco insalubre che non guasta. Se lo siete, accaparratevene una copia.

Facebook Comments