WILD EYES – Above Becomes Below

 
Gruppo: Wild Eyes
Titolo: Above Becomes Below
Anno: 2014
Provenienza: U.S.A.
Etichetta: Heavy Psych Sounds
Contatti:

Facebook  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Stiff Nites
  2. Snakey Lady
  3. Give You Plenty Lovin' [cover Curtis Knight]
  4. The Freak
  5. Alabaster Dream/Hewn Runes
DURATA: 27:07
 

I californiani Wild Eyes sono entrati a far parte della famiglia Heavy Psych Sounds, etichetta che si sta muovendo davvero bene, regalandoci una sorpresa dopo l'altra. I cinque ragazzi di San Francisco hanno debuttato nella migliore delle maniere possibili, dando vita a un ep di cinque tracce, "Above Becomes Below", che ci investe di sonorità in bilico tra anni '60 e '70: una miscela dell'acidità liserigica e della follia garage dei primi con la carica di adrenalina dell'hard rock dei secondi, composta da Hendrix, Blue Cheer, Grand Funk Railrod, Mountain e un pizzico della Detroit di Stooges e MC5, sulla quale si poggia splendidamente la voce possente quanto raffinata di Janiece Gonzalez.

Questa combinazione ci offre pezzi in cui è la scatenata chitarra di Chris Corona (fuzz, flanger e wah wah a manetta) a farla da padrone ("Snakey Lady"), altri in cui l'atmosfera si arricchisce di inclinazioni blues e soul ("The Freak", uno dei due episodi adornati dalla presenza delle tastiere curate da Doug Pearson) e altri ancora nei quali la matrice del rock settantiano più arcigna viene agitata da oscillazioni psichedeliche (l'atto conclusivo "Alabaster Dream/Hewn Runes"). In scaletta è stata inserita anche la cover di "Give You Plentin Lovin'" di Curtis Knight, artista conosciuto perlopiù per la sua connessione con Jimi Hendrix: contenuta nell'album "Down in The Village" del 1970, viene proposta con grande grinta e coinvolgimento, risultando una scelta tanto azzeccata da sembrare quasi totalmente farina del sacco dei Wild Eyes.

In conclusione, i Wild Eyes sono decisamente interessanti e da tenere d'occhio, la loro musica è selvaggia e a tratti cruda, tuttavia non per questo rinuncia a cibarsi di psichedelia e sprazzi d'intimità. Personalmente credo sia difficile che un'uscita come "Above Becomes Below" possa passare inosservata all'orecchio degli estimatori del genere o a coloro i quali si stanno avvicinando a questo mondo, poiché è sin troppo invitante. Altro giro, altro acquisto da fare.

Facebook Comments