WINTERBLOOD / DRAUMAR – Metamorphosis

WINTERBLOOD / DRAUMAR – Metamorphosis

 
Gruppo: Winterblood / Draumar
Titolo: Metamorphosis
Anno: 2010
Provenienza: Italia / Germania
Etichetta: Roata Sound
Contatti:

Winterblood Facebook

Draumar: non disponibili

 
TRACKLIST

  1. Draumar – Herbsttraume-Winteranfang
  2. Winterblood – Sparire Nei Monti
  3. Draumaur – Tagesanbruch
  4. Winterblood – Venti Impetuosi
  5. Draumaur – Hohensug
  6. Winterblood – Altezze Solari
  7. Draumaur – Schnee
DURATA: 42:29
 

Winterblood torna a breve distanza dall'ultimo lavoro "Incantazione" e lo fa con uno split insieme ai Draumar, altra formazione che crea musica dedita al piacere atmosferico. Entrambi i progetti si affidano alle cure della neonata Roata Sound, che in accoppiata con la Kogaion Art ha elaborato una soluzione fra le migliori possibili sia dal punto di vista del supporto che della qualità.

Lo split composto di sette brani, quattro per Draumar e tre Winterblood, viene rilasciato in una confezione A5 formato dvd limitata a ottanta copie numerate a mano, in cui il minimo dettaglio è curato e adattato all'animo delle due realtà. Il paesaggio in copertina con i suoi toni soffusi fa in modo che il gelo della montagna si unisca alla leggera coltre che domina la foresta: se questa è la presentazione, cosa ci attende all'interno?

Prima di inserire il cd, mi soffermo a guardare la scaletta e noto con perplessità la scelta di inserire le canzoni in maniera alternata. Il mio dubbio nasce dal fatto che non conoscendo la musica di Draumar il filo conduttore emotivo potrebbe venire intervallato senza motivo; per toglierselo l'unico modo è iniziare ad ascoltare.

Già dalle prime note di "Herbsttraume-Winteranfang" vengo assorbito totalmente in un mondo che è estraneo a quello in cui siamo abituati a muoverci, dove non esiste l'urbano malessere ma solo una colonna sonora naturale che ci accompagna, intensa e melodiosa; cosa che si riscontra in tutte le tracce che l'artista tedesco ci propone. L'esaltazione dei sensi raggiunge il picco nella suadente cascata di note che "Tagesanbruch" — regale quanto elegante — ci offre, mentre veniamo assorbiti dall'ancestralità di cui "Hohensug" straborda. La chiusura silvestre e piovosa invece è affidata all'andante "Schnee".

Altra storia ed emozioni sono quelle trasmesse dal progetto di Stefano Senesi, i Winterblood infatti già con "Sparire Nei Monti" dilatano le atmosfere all'inverosimile. Le note dolciastre e allungate impregnate di quell'aria fredda che si spande in cima alle catene montuose avvolgono e incatenano l'ascoltatore, affascinandolo. Con "Venti Impetuosi", titolo che presagisce già uno scorrere solenne quanto vigoroso, dopo esser stati fermi in balia di una bussola che si è persa, l'animo viene più volte spintonato da una canzone che fa della suggestione ipnotica e imponente la propria carta vincente. Con "Altezze Solari" invece si trova un completamento, come il sole che scioglie i ghiacci, rianimando ciò che vi è intorno, facendolo palpitare e privandolo di quella staticità congelante che le temperature ostili avevano imposto.

Le perplessità iniziali sono sparite, diradate come la foschia trafitta dai raggi solari di una calda giornata. L'alternarsi ha fornito a "Metamorphosis" un incedere personale quanto irriproducibile, se non con la scelta fatta. Non accontentandosi del solo lato musicale, i due artisti vedono considerata dall'etichetta anche la rappresentazione grafica, con due animazioni che vi avvicineranno ulteriormente al loro mondo.

"Metamorphosis" è un lavoro pregevole, curato e colmo di qualità, che gli appassionati del settore ambient non devono lasciarsi assolutamente sfuggire.

Facebook Comments