WINTERBLUT – Seid Furchtbar Und Zerstöret Euch!

Gruppo:Winterblut
Titolo:Seid Furchtbar Und Zerstöret Euch!
Anno:2018
Provenienza:Germania
Etichetta:Nihilistische KlangKunst
Contatti:Sito web
TRACKLIST

  1. Stimmen!
  2. Sie Holen Dich
  3. Kein Mensch Braucht Dich
  4. Nachleben
  5. Nicht Mehr Hier
  6. Wie Die Axt Im Walde
  7. Der Blasseste Schimmer
  8. Fuer Einen
  9. Luft Nach Unten
  10. Das Ende Vom Lied
DURATA:52:48

Winterblut è una one man band tedesca che dal 1994 a oggi conta innumerevoli uscite, praticamente in ogni tipo di formato: demo, album, live ed ep. Stando a Metal Archives, unica mia fonte di informazioni a disposizione, il black metal tradizionale delle origini si è modificato nel corso del tempo, attestandosi su territori più dissonanti e disarmonici.

Seid Furchtbar Und Zerstöret Euch! si rispecchia pienamente nella scarna descrizione indicata. Il disco si apre con i quasi sette minuti di “Stimmen!”, fra riverberi, echi noise e atmosfere drone, per poi divenire una sorta di black-doom minimale e strumentale. L’intera opera si basa su composizioni essenziali e ridotte all’osso, mentre la componente vocale è pressoché assente, fatta eccezione per qualche sparuto ringhio. “Sie Holen Dich” per esempio ripete allo sfinimento un arpeggio con pochissime variazioni, trasformando ben presto la sensazione di ossessione in noia. “Kein Mensch Braucht Dich” invece si riavvicina al black metal dell’epoca d’oro norvegese, con rimandi lontani al Burzum spettrale.

Le ritmiche sono piuttosto uniformi e sempre rallentate, raramente si assiste a qualche accento più dinamico. Dobbiamo arrivare al finale della quarta traccia (“Nachleben”) per poter godere di una breve accelerazione.

In tutta onestà, l’ascolto dei Winterblut mi ha lasciato la sensazione di essere di fronte a una sorta di demo iniziale piuttosto che a un vero e proprio disco; e anche la parte grafica davvero ridotta all’osso conferma tale impressione. Sia che lo si guardi come un’opera black metal tout court, sia che lo si interpreti come qualcosa di sperimentale, Seid Furchtbar Und Zerstöret Euch! non riesce mai a spiccare, nemmeno in una singola soluzione. L’assenza dello scream e un minimalismo esagerato lo rendono innocuo a livello di assalto sonoro, mentre la semplicità dell’approccio dissonante non può stupire nessuno al giorno d’oggi.

Facebook Comments