Witchfuck - Black Blood Baptism

WITCHFUCK – Black Blood Baptism

Gruppo: Witchfuck
Titolo: Black Blood Baptism
Anno: 2021
Provenienza: Polonia
Etichetta: Godz Ov War Productions
Contatti: Youtube  Bandcamp
TRACKLIST

  1. March Of Doom
  2. Black Blood Baptism
  3. Unicestwienie
  4. Sulfur Goat
  5. The Horned Archangel
  6. Pentagram In Fire
  7. The Pagan Storm
  8. Hailing To The Stars
  9. Into The Fathomless
  10. Dar
  11. Sabbath Of Unholy Lust
  12. Pure Evil And Hate
DURATA: 37:23

Nata in Polonia nel 2017 da musicisti già impegnati in numerose realtà locali e con all’attivo un EP e ben tre split, la formazione che risponde al delicatissimo nome di Witchfuck ha finalmente deciso di concentrare i propri sforzi e dare vita al suo primo album, Black Blood Baptism. Per l’occasione i polacchi hanno firmato un contratto con la conterranea Godz Ov War Productions, ormai una garanzia in fatto di black metal marcio e senza fronzoli.

La proposta sonora non sfigura neanche un po’ all’interno del già ampio catalogo dell’etichetta, ed è quanto di più diretto si possa pensare: una sapiente miscela di thrash, black e crust punk dalla velocità e ferocia senza pari, condensata in dodici tracce dalla durata media di tre minuti e dalle tematiche anticristiane e blasfeme. Il ritmo forsennato che contraddistingue la maggior parte dei pezzi è spezzato da qualche tempo un po’ più cadenzato, come nel caso dell’undicesima traccia “Sabbath Of Unholy Lust” che precede la conclusiva cover di “Pure Evil And Hate”, grande classico dei conterranei Behemoth.

Il suono dell’album è all’apparenza grezzo ma in realtà piuttosto ben strutturato: ogni strumento è perfettamente udibile e la voce non sovrasta eccessivamente la base strumentale, come spesso accade in produzioni di questo tipo. Il marasma punkeggiante fatto di riff in tremolo picking, voce sulfurea e blast beat è inframezzato da qualche lead e solo dal piacevole gusto melodico, concepiti e perfettamente eseguiti dal chitarrista BeerTerror, al quale va una nota di merito per aver arricchito il sound dei Witchfuck con un tocco old school che non guasta mai.

Black Blood Baptism è un album che scorre velocemente senza intoppi, complici soprattutto la breve durata e la freschezza dei brani, che per quanto semplici mostrano una certa maturità compositiva da parte del quartetto. Un ascolto sicuramente interessante e gradito per i fan del genere, o anche semplicemente per chi cerca qualcosa di violento, diretto e ignorante per inframezzare opere più impegnative e staccare la spina di tanto in tanto.