WOLF COUNSEL – Age Of Madness / Reign Of Chaos

 
Gruppo: Wolf Counsel
Titolo: Age Of Madness / Reign Of Chaos
Anno: 2017
Provenienza: Svizzera
Etichetta: Czar Of Bullets
Contatti:

Sito web  Facebook  Youtube  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Wolvenearth
  2. Semper Occultus
  3. Age of Madness / Reign Of Chaos
  4. O'Death
  5. Eternal Solitude
  6. Coffin Nails
  7. Remembrance
DURATA: 41:30
 

Per Ralf Winzer Garcia, arzillo quarantaquattrenne che fa la spola tra la Germania meridionale e il Canton Zurigo, il blocco dello scrittore non deve essere mai stato un problema. Nonostante altri quarantasette gazzilioni di band all'attivo, tutte più o meno underground (si va dal death metal dei Requiem e thrash dei Poltergeist in tempi recenti, fino al thrash dei Curare, nella metà degli anni '90), il baldo Teutonico trova il tempo e la voglia di registrare il terzo disco in tre anni con i suoi Wolf Counsel, occupandosi di voce e basso.

Per quanto "Age Of Madness / Reign Of Chaos" non sia il disco che ti cambia la giornata, bisogna riconoscere a Garcia e ai suoi di avere scritto un album di più che discreta fattura, infilando tre dischi buoni su tre. Il doom dei Wolf Counsel è di stampo molto classico, quasi anglosassone: una voce pulita, vagamente allucinata e sabbathiana, si snoda lungo riffoni mastodontici, si infila negli smottamenti provocati dalla batteria contenuta eppure pienissima, scivola sulle linee di basso che fanno bella mostra di sé.

Il disco tira dritto per la sua strada per tutti i quaranta minuti, incurante di cosa succeda al di fuori delle sette canzoni popolate di lupi, bare, solitudine e oscuri sortilegi. È il 2018, ma in realtà è ancora l'Era Hyboriana. Nessuna sorpresa, e quindi nessun rischio di rimanere delusi. Solo un sacco di doom. Un misto tra i Solstice e i Count Raven e i redivivi Warning, i Wolf Counsel non vedono l'ora di incrociare le spade con qualcuno e provare il loro valore.

Facebook Comments